EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Paese al microscopio - Sud America

Il tour da individuale diventa condiviso

11/03/2019 - numero Edizione 1565

Il tour con qualche giorno di mare si conferma la forma di vacanza più richiesta, ma ci sono anche il mix, il tour individuale e quello condiviso. Tra le nuove tendenze si fanno strada “i viaggi di nozze, con la richiesta di abbinare almeno due Paesi”, sottolinea Monica Urtatelli, product manager America Latina di Mappamondo. La manager mette l’accento sulla tendenza all’abbinamento, rilevato anche da altri operatori. Concorda Amo Il Mondo, sulla base dei suoi dati “i viaggi più apprezzati sono quelli che prevedono combinazioni di 2/3 Paesi e viaggi su misura che partono come base dal catalogo per elaborare un articolato day by day, inserendo modifiche, talvolta complesse e da costruire, pre e post tour”, osserva Roberto Servetti. Apprezzata è la sinergia con Settemari, “con le estensioni mare che interessano strutture quali il SettemariClub Viva Azteca in Messico”.
Tra i trend la formula del tour individuale è la più ricercata, sostiene Stefania Picari, “in linea con la nostra filosofia ‘Componi il tuo viaggio’, grazie a questa formula il cliente diventa protagonista del proprio soggiorno attraverso attività originali, in contatto con la cultura locale”. E’ in crescita anche la richiesta di tour condivisi a partenza garantita, “consentono di ottimizzare il rapporto qualità-prezzo e offrono la possibilità di condividere l’esperienza del viaggio in piccoli gruppi - aggiunge Picari -. E’ una tendenza riscontrata in tutte le destinazioni del Sud America”. Ci sono anche clienti che chiedono “tour archeologici e naturalistici con soggiorni mare, specialmente per i viaggi di nozze - rileva Marino Pagni -. Quest’anno va molto l’abbinata Costa Rica e Panama, la Colombia e gli itinerari insoliti sul Perù”.
King Holidays rileva una crescita dell’incidenza dei soggiorni mare, “sempre però a corredo di un itinerario di carattere culturale. Spesso, inoltre, le adv ci affidano i loro gruppi e ci chiedono circuiti su misura - afferma Barbara Cipolloni -. Sanno di poter contare su un supporto continuativo in fase di prenotazione e durante il viaggio, grazie ad un team di corrispondenti specializzati ormai da tanti anni nell’accoglienza della clientela italiana”.                                



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us