EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - L'intervista

Vueling: “Rafforzare il legame con le adv la priorità”

02/07/2018 - numero Edizione 1552

Il nuovo direttore generale Susanna Sciacovelli presenta le iniziative rivolte al trade e gli obiettivi di crescita 

A un mese dal suo arrivo in azienda, in qualità di nuovo direttore generale per l’Italia di Vueling, Susanna Sciacovelli ha già le idee chiare e un programma ben delineato per rafforzare la presenza del vettore sul mercato italiano (secondo per importanza do-po la Spagna) soprattutto con iniziative mirate per il trade.
Con 20 anni di esperienza nel settore del turismo e dell’aviazione, Susanna Sciacovelli oltre all’esperienza in Air Berlin, ha ricoperto ruoli di alto livello per Air Europa ed è stata direttore dell’Ente del Turismo delle Baleari.
Oggi è al timone del vettore, che fa parte del gruppo Iag, con una flotta di 112 aerei, 30 milioni di passeggeri trasportati nel 2017, 130 destinazioni e utili per 2,1 milioni di euro.

Gv: Quali sono le iniziative che intendete mettere in atto per le agenzie di viaggi?
“Abbiamo già realizzato una serie di incontri “porta a porta” e presentazioni in diverse città italiane come Torino, Padova e Milano, iniziative che riprenderanno a settembre nel Centro-Sud. Vogliamo far percepire una nostra presenza fisica a supporto degli agenti per assisterli in tutte le fasi di vendita. Sempre in quest’ottica è stata potenziata la nostra rete commerciale che, al momento, conta tre referenti a Roma. Vendiamo i nostri servizi sia attraverso il canale diretto che quello indiretto, con percentuali di fatturato pressoché equivalenti tra loro. Pur essendo un’azienda molto digitale (ci avvaliamo, ad esempio, del sistema Eva di chatbot) il canale trade per noi resta fondamentale e a livello di budget abbiamo deciso di investire su questo”.


Gv: Per la summer 2018 quali saranno le novità?
“La nostra offerta aumenterà del 7%, con due nuove rotte: da Fiumicino per Parigi Charles de Gaulle e da Alghero per Barcellona. Rispetto alla scorsa estate l’incremento su Roma sarà del 6%, qui il vettore è secondo per numero di posti e primo tra le low cost con un Otp (On Time Performance) pari all’80.3%, mentre su l’incremento su Malpensa sarà del 10%. Per la prossima e-state, quindi, metteremo in campo 5,3 milioni di posti disponibili e 78 tratte dirette da 17 aeroporti italiani. Complessivamente, rispetto all’estate 2017, i collegamenti Italia/Spagna aumenteranno del 13%, +20% quelli tra Italia e Grecia e +37% tra Italia e centro Europa”.

Gv: Nello specifico, quale riscontro avete sul volo Roma/Parigi inaugurato lo scorso 25 marzo?
“Sarà attivo per tutta la stagione estiva con sei voli settimanali. Siamo soddisfatti delle performance di questo collegamento, soprattutto in quanto va ad aggiungersi alla rotta già attiva verso l’aeroporto di Parigi Orly, metten-do a disposizione dei passeggeri in partenza da Roma più di 350.000 posti per raggiungere la capitale francese, un aumento del 30% rispetto alla scorsa stagione estiva”.

Gv: Con quanti aeromobili Vueling opera in Italia?
“In totale operiamo con dieci aeromobili: otto A320 basati a Roma per 45 rotte operative (più 6% anno su anno) e due Airbus A319 a Firenze dove abbiamo per 14 rotte (più 5% anno su anno). Recentemente abbiamo tagliato il traguardo dei 3 milioni di passeggeri trasportati da e per Firenze e 6 milioni da e per Malpensa”.

Gv: Quali gli obiettivi di crescita per il prossimo anno?
“L'Italia per la nostra compagnia è il primo mercato internazionale, numero due a Roma Fiumicino e prima a Firenze. Complessivamente, in Italia sono stati trasportati 5,1 milioni di pax con obiettivi di crescita a doppia cifra per il 2018. Oggi Vueling detiene una quota di mercato del 22% nei collegamenti tra Italia e Spagna, siamo al secondo posto ma puntiamo a conquistare il primo”.         



Sveva Faldella

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte