EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - Trasporto aereo

L’evoluzione della Premium Economy

22/01/2018 - numero Edizione 1539

Più spazio e comfort, servizi personalizzati a bordo ma a un prezzo più conveniente di una classica Business.
E’ la classe Premium Economy, introdotta negli ultimi quattro anni da diverse compagnie aeree anche sul mercato italiano, di pari passo con l’ingresso di aeromobili di ultima generazione, come gli A350, e ora diventata la classe di riferimento di molti passeggeri business, e di quelli leisure in cerca di qualche coccola in più durante i voli intercontinentali.
I primi a proporla sui mercati internazionali sono stati i vettori asiatici, come la compagnia giapponese Ana, All Nippon Airways, fin dal 2012 ma “le prime versioni sono addirittura del 2002”, ha spiegato a Guida Viaggi, Viviana Reali, country manager per l’Italia del vettore. Si tratta di fatto una classe molto flessibile, che anche le compagnie apprezzano per la possibilità di essere tagliata su misura. “La nostra Premium Economy è pensata per essere un vero upgrade rispetto all’Economy. Fin dalla sua introduzione a bordo dei nostri aeromobili abbiamo avuto ottimi riscontri, lo consideriamo quindi un segmento di mercato dalle grandi potenzialità e destinato a crescere nel prossimo futuro”, ha spiegato a Guida Viaggi Daniele Bordogna, sales and marketing manager Cathay Pacific Airways, vettore asiatico che collega l’Italia con Hong Kong. La Premium Economy di Cathay Pacific conta tra 28 e 34 posti alloggiati in una cabina separata posta prima dell’Economy Class, offre più spazio tra i sedili e una seduta più ampia. In aeroporto i passeggeri di questa classe possono accedere al check-in prioritario ai banchi dedicati e hanno 5 kg di bagaglio da stiva in più rispetto all’Economy. Il menù è personalizzabile al momento della prenotazione. Singapore Airlines ha scelto di investire sulla Premium Economy in Italia con l’ingresso del nuovo A350 ad aprile 2017 nello scalo di Malpensa e a settembre 2017 a Fiumicino.
“I nostri clienti l’hanno accolta con commenti eccellenti”, ha spiegato a Guida Viaggi Teck Hui Wong, general manager Italy di Singapore Airlines, la compagnia che collega l’Italia alla città-stato asiatica di Singapore. Visto il successo anche le compagnie americane hanno iniziato a investire e così Delta Air Lines ha avviato la commercializzazione della classe Delta Comfort + come prodotto tariffario, e non più come semplice supplemento, per i voli in partenza dal 22 gennaio 2018 sulla maggior parte dei mercati transatlantici, tra cui l’Europa e l’Italia, oltre al Senegal, Ghana, Nigeria, Sudafrica e Israele.                               



Alessandra Gesuelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte