EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Zoom - Meeting Suisse

Notizie dagli operatori

20/02/2017 - numero Edizione 1519

C-way in crescita
Con Alberto De Grandi, girettore generale C-way Incoming Liguria, facciamo il punto sull’attività dei due operatori.  Come si ricorderà C-way nasce nel 2013 dal know how di Costa Edutainment e Civita Cultura, impegnate nella gestione, nella promozione e nello sviluppo di oltre 70 siti legati alla cultura, all'arte e all'ambiente per l'impiego del tempo libero in tutta Italia. “Possiamo ritenerci soddisfatti dell’andamento 2016 – dichiara De Grandi -. Superato l’effetto Expo, abbiamo registrato un incremento del 23% sul giro d’affari sia per il numero di clienti sia per quanto concerne il volume d’affari. Nelle attività collegate ai siti gestiti da entrambi i soci si è riscontrato un sensibile incremento nei segmenti gruppi e scuole. I servizi accessori, quali le visite guidate e le attività didattiche, hanno registrato un +50%.Le vendite on line sono cresciute del 20% sia nel segmento b2b che b2c”. Per il 2017 l’obiettivo primario è completare l’offerta “incrementando le sinergie con alcuni dei siti gestiti dai soci sul territorio nazionale. Svilupperemo per esempio l’offerta già presente sull’Adriatico, dove Costa Edutainment gestisce quattro strutture (Acquario di Cattolica, Oltremare, Aquafan e Italia in Miniatura), e nelle realtà culturali che Civita presidia in Campania e Sicilia”. In termini di clientela, “stia-mo rilevando una flessione nel mercato russo, anche se nell’ultimo periodo si osservano cenni di ripresa. I migliori clienti, per valori assoluti e tasso incremento, risultano essere Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra”. A breve terminerà il rinnovo del sito di C-way Incoming Liguria, che sarà più fruibile e funzionale. “Sarà presente anche una sezione dedicata al trade – conclude il manager -. Potenzieremo, infine, anche il nostro presidio sul canale Facebook”. E.C.

Venticinque anni  per King Holidays Dmc
Un milione di viaggiatori in 25 anni: così la divisione incoming del tour operator King Holidays taglia il traguardo di una lunga carriera. “Quest’anno il Brasile si colloca al primo posto tra i principali paesi di provenienza della nostra clientela – osserva il sales manager Fabio Russo -. Le destinazioni più richieste sono come sempre Roma e la Toscana, seguite dalla Costiera Amalfitana insieme a Milano e i laghi lombardi, mentre cresce l’interesse per il Sud, con particolare riferimento alla Puglia”. Gli altri mercati di riferimento sono la Russia, la Cina, l’India e il Nord Europa. “Sul fronte degli investimenti, siamo impegnati nel potenziamento del personale con l’inserimento di nuove figure professionali madrelingua, specializzate proprio sul mercato russo e cinese”.
Con 50 persone impiegate nelle sedi di Milano e nella Capitale, Kh Dmc è membro del Convention Bureau Italia e dal Duemila fa parte di un gruppo internazionale “che garantisce importanti sinergie operative e competitività delle tariffe”. P.Ba.

Vivosa Apulia Resort: cambio naming brand
Cambio naming brand e seconda edizione del programma International Wellbeing Meeting Point in Salento. Sono le novità che Vivosa Apulia Resort presenterà alla prossima edizione di Meeting Suisse - DiscoverItaly di Sestri Levante in programma il 24 e 25 febbraio. La struttura è immersa nel Parco naturale regionale Litorale di Ugento, che abbraccia parte della costa orientale del Salento, ed è bagnata dalle acque dello Jonio.
"Dal primo gennaio Iberotel Apulia è diventato Vivosa Apulia Resort - dichiara la marketing manager, Mariangela Giannuzzi -. E’ una continuazione e un nuovo inizio, il benessere, il relax e la qualità dei nostri servizi rimarranno sempre una garanzia per i nostri ospiti". Intanto bilancio positivo nel 2016, con dati in crescita per il trend Mice e leisure. Nella stagione 2017 il focus sarà "spingere e migliorare i risultati del b2b". L’incidenza tra mercato italiano e straniero è perfettamente bilanciata in un 50% l’uno. I bacini su cui puntare saranno Francia, Olanda, Belgio e Uk. I canali di prenotazione sono diretti e indiretti, "agenzie e tour operator e questi ultimi incidono in misura del 30%", afferma Giannuzzi. Intanto non mancano i progetti specifici, tra cui "l’ampliamento del centro congressi in previsione per la stagione 2017".  S.V.

Il Monterosa nel cuore del Tigullio
Con un palinsesto di eventi curioso e interessante, Chiavari concorre con le più note Santa Margherita e Portofino a ritagliarsi nel turismo ligure il ruolo di destinazione distintiva. “Siamo una cittadina amatissima dai mercati del Nordeuropa, da Stati Uniti e America Latina, dove i nostri connazionali sono emigrati e oggi tornano con le loro famiglie, rimanendo incantati da tanta bellezza ed autenticità”, esordisce Olga Bacigalupo, titolare dell’hotel Monterosa. La storica struttura alberghiera, 62 camere, è l’impresa di famiglia da oltre un secolo, alla quarta generazione di albergatori. “Negli ultimi 15 anni abbiamo rinnovato l’albergo costantemente, fino ad arrivare alle 4 stelle, con una bella piscina; siamo aperti tutto l’anno, il ristorante è il nostro fiore all’occhiello, infatti siamo nati come locanda con cucina”. Centro di riferimento del Tigullio, Chiavari ha ampliato la marina ed è in un’ottima posizione per raggiungere con la ferrovia e il battello le Cinque Terre, in treno e seguendo l’Aurelia Rapallo e Sestri Levante. Luoghi che il turismo del continente ame- ricano impara a conoscere ogni anno di più. “Fino agli anni Ottanta la clientela era esclusivamente italiana, oggi abbiamo raggiunto un corretto bilanciamento al 50% con quella straniera, garantendoci una più equa distribuzione della stagionalità”. P.Ba.

Riqualificazione per Blu Hotels
“Il 2016 di Blu Hotels si è chiuso con un rilevante incremento della produttività, l’8,3% in più rispetto al 2015, confortato da un pari incremento delle presenze, che registrano un aumento complessivo analogo”. A parlare è Nicola Risatti, presidente Blu Hotels, aggiungendo che “il fatturato complessivo del comparto alberghiero è risultato di 58,2 milioni di euro, con un incremento di 6,9 milioni sul 2015”.
Oltre ad una struttura storica in Val Senales, che ha prodotto risultati positivi, anche il lago di Garda - su cui sorgono cinque strutture Blu Hotels - rappresenta un’area di fondamentale importanza per la catena alberghiera e di grande affluenza turistica italiana e straniera. Tra queste si annovera il Park Hotel Casimiro Village: “Già da tre anni – spiega Risatti – questa struttura sul lago di Garda è al centro di ingenti lavori di ristrutturazione che rappresentano il nostro impegno di riqualificazione ed implementazione di un albergo storico che sorge in punto strategico ideale per il turismo proveniente principalmente dal Nord Europa, ma anche per un turismo più casalingo”. Grazie alla realizzazione di 10 camere nuove, il rifacimento della zona hall e degli arredi, il restyling della area ristorante con una nuova zona buffet, il Park Hotel Casimiro Village è destinato a diventare tra le più grandi e complete strutture della riviera gardesana.
Parlando della collaborazione con le agenzie di viaggi, il presidente sottolinea che “rappresentano un punto fondamentale per Blu Hotels: il segmento è in costante crescita, sia da parte dei network che da parte di numerose agenzie indipendenti”. Nel 2017 proseguirà il piano di incentivazione “Be a best partner”, la campagna di fidelizzazione al brand Blu Hotels dedicata al settore, premiando le agenzie non solo in termini di fatturato ma anche sull’incremento delle performance annuali.   A giugno è prevista la consueta convention, che premierà, come negli anni precedenti, le tre agenzie dalle migliori performance nell’anno 2016 in termini di miglior fatturato raggiunto. L.D.

Consorzio Sestri Levante IN: obiettivo destagionalizzare
“Destagionalizzare. Creare servizi migliori al turista. Organizzare gli operatori in modo sinergico. Unificare gli sforzi delle varie associazioni affinche siano tutti insieme diretti verso la stessa direzione e gli stessi obbiettivi strategici”. Sono queste secondo Nicolò Mori, presidente del Consorzio Sestri Levante IN, le sfide che il comune ligure deve ancora vincere per migliorare ulteriormente i numeri di un comparto turismo che sta, comunque, già vivendo una fase positiva. Nel 2016 “il trend è stato positivo soprattutto per la affluenza del turismo straniero proveniente dal nord Europa, con un incremento significativo di turismo francese, ed oltre Europa con particolare attenzione all’ Australia”. I dati dimostrano un incremento del 2,96% rispetto al 2015 “che di per sé è stato un anno eccezionale”. Intensa l’attività di promozione: il 2017 vede la partecipazione al progetto MeetingSuisse “che il consorzio ha appoggiato anche coinvolgendo Associazione Albergatori, oltre che agevolare tutto il processo di ospitalità per i buyer”. E.C.



a cura della redazione

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte