EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Paesi al microscopio - Africa del Sud

Sudafrica: investimenti continui per il Belpaese

21/09/2015 - numero Edizione 1485
L’ente del Turismo prosegue con forza la sua attività, e rilancia la presenza sul web
Dati disponibili sul 2015 ancora non ve ne sono, ma il Sudafrica è “approdato” a quest’anno da uno positivo, che, a sua volta, ha confermato il buon trend dei dodici mesi precedenti, con importanti crescite che, per il mercato italiano, si sono concretizzate in un +7,2% sul 2013, per un totale di 58mila 605 turisti. Tale incremento si è inserito nell’ambito del buon trend registrato dai Paesi europei: per la Francia il mese migliore è stato novembre (+28,5% di presenze), per la Germania invece è stato aprile (+54,8% di turisti), mentre sono partiti verso il Sudafrica il 31% in più di olandesi ad agosto. La crescita del Regno Unito si mantiene più bassa ma costante nell’anno (una media del +2%) con un importante picco del + 31% in aprile. In totale, lo scorso anno, il Paese è stato visitato da 9 milioni 549mila 236 turisti.

Campagna con i t.o.
“L’interesse per il mercato italiano, e quindi gli investimenti da parte di South African Tourism, per l’anno in corso si riconfermano con attività di promozione rivolte al consumatore finale e al trade – ci fa sapere l’ente del Turismo -. Al consumer sarà dedicata nel periodo invernale una nuova campagna Sudafricaperte: grazie alla collaborazione con i principali t.o. italiani specialisti sulla destinazione, la campagna prevedrà dei pacchetti a prezzo speciale volti a promuovere il Sudafrica come meta ideale per fuggire dal freddo europeo”.
Impegno confermato anche sul fronte trade: la formazione degli agenti di viaggi “è da sempre uno dei temi principali per South African Tourism”, che ha deciso di riproporre anche quest’anno “Imbizo 2015”, il workshop dedicato agli adv italiani per promuovere il Sudafrica come destinazione turistica. L’evento si terrà il weekend del 7 e dell’8 novembre in una location ancora da definirsi nel Nord Italia e lo scopo sarà quello di mettere in contatto i t.o. italiani specialisti del Sudafrica e i partner sudafricani con gli agenti di viaggi più interessati alla destinazione. “Sarà l’occasione giusta per creare un network di contatti – rimarca l’ente - grazie anche alla possibilità per gli agenti di prendere parte ad incontri one to one con i trade partner per approfondire le tematiche che più interessano e proporre al meglio il Sudafrica ai propri clienti”.

Sbarco su Twitter
E se si parla di investimenti, non mancano quelli dedicati al web. “Le azioni di promozione e di comunicazione al consumatore si svolgono spesso sui canali social che sono sempre attivi nell’interazione con i fan, che possono così essere aggiornati su quello che succede nel Paese come le novità delle varie province, i festival e gli eventi”. La pagina Facebook (Sudafrica) dedicata al consumer conta già oltre 54mila fan, ma l’ente è presente su Facebook anche con una pagina per il trade (South African Tourism Italy), su Youtube con un canale dedicato (Sudafrica) e, da pochi mesi, è stato inaugurato anche un profilo Twitter (SudafricaPerTe). “South African Tourism è così presente ed attivo su numerosi social ed è uno dei pochi enti del turismo stranieri in Italia ad avere un profilo in italiano”.
Inoltre entrambi i siti al consumer, quello istituzionale southafrica.net e il sito di offerte viaggio sudafricaperte.it, sono ora mobile friendly con contenuti in italiano completi e aggiornati periodicamente.



Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte