EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Bit 2014

Australia: è ora del food & beverage

17/02/2014 - numero Edizione 1434
Il Paese allarga i suoi punti di forza. Italia key market
Honeymooner (e, nello specifico, giovani coppie sotto i 34 anni) e working holiday visa saranno due focus ancora molto importanti per Tourism Australia, anche nel 2014. “D’altronde la più alta percentuale di italiani in viaggio in Australia è rappresentata dal leisure che include questi due segmenti”, spiega Eva Seller, regional general manager Continental Europe -.
Stiamo pianificando una serie di attività con le compagnie aeree, i tour operator ed i partner di Stati e territori per essere di ispirazione ai nostri potenziali visitatori. In più, al momento è “on air” una grande campagna di advertising nelle principali e più trafficate stazioni ferroviarie in Italia (come Milano Centrale e Roma Termini), con totem giganti e la distribuzione di materiale promozionale. La campagna è realizzata in collaborazione con quattro tour operator italiani di spicco: Alidays, Australia Tour, Cividin e Viaggidea”.
L’Italia rimane dunque un “key market” per l’ente del turismo del Downunder: “Seguendo l’anno finanziario australiano siamo a metà strada per quanto riguarda l’esercizio. Rispetto a quello passato c’è stato un lieve incremento del budget destinato al mercato locale”.
E si lavora dando nuova enfasi su nuovi temi di comunicazione, “basandoci ad esempio sulla convinzione che è ora di investire sul food&beverage come uno dei principali asset del Paese. Tourism Australia ha lanciato una speciale campagna chiamata “Restaurant Australia”, che promuove le eccellenze culinarie.
L’obiettivo è porre l’Australia sulla mappa mondiale dell’enogastronomia. Promuoveremo il tutto localmente attraverso media events e ci sarà una piattaforma digitale speciale disponibile per i nostri viaggiatori”. Ma, naturalmente, costa e “beach life” rimangono sempre forti spinte a partire nell’immaginario collettivo “così sono state scelte come elemento di una campagna mirata in co-marketing con Quicksilver, un brand popolare di abbigliamento ed attrezzatura da surfer. C’è un contest su Facebook con in palio un viaggio in Australia per due.
L’obiettivo è promuovere l’esperienza on the road ed i migliori “spot” per surfare per il target giovane”. Parte integrante delle attività di Tourism Australia è il lavoro di concerto con le rappresentanze dei singoli Stati e territori. A questo proposito, ci sarà una campagna congiunta che si focalizzerà sulla Explorer’s Way, un itinerario che unisce Darwin, nel Northern Territory, con Adelaide, nel South Australia.
“Lo promuoveremo con un modulo speciale e dedicato del programma Aussie Specialist (l’e-learning dedicato alle adv, ndr), con un famtrip ed attraverso la pubblicazione di una guida denominata “Central Australia”. Nei primi nove mesi del 2013 sono stati 56.800 gli italiani che hanno viaggiato in Australia, con un incremento del 9,9% rispetto all’anno prima. “Se consideriamo invece i dodici mesi fino a novembre, i visitatori sono stati 66.200 (+10,1%): si tratta di una cifra record”. Globalmente gli arrivi sono stati 6,4 milioni da gennaio a novembre dell’anno scorso.

Mariangela Traficante

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte