EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - Estate Itc

Charter: l'incertezza è sovrana

11/02/2013 - numero Edizione 1393
Programmazione prudente, in attesa della ripartenza; meno impegni sugli aeroporti periferici e occhi puntati sulle compagnie in crisi
Memori dell’estate 2012 e della “scottata” che ha preso il pacchetto charter, soprattutto nel medio-corto raggio, diamo un primo sguardo alla stagione clou delle vacanze per comprendere come stanno pianificando i tour operator. L’incertezza regna sovrana, per colpa non solo del format in crisi, ma delle recenti turbolenze negli assetti di management e nei conti delle compagnie aeree. Da una parte Meridiana Spa che ha deciso di proseguire da sola - la squadra Air Italy non è più al timone della compagnia di Olbia -, mentre dall’altra Blue Panorama va avanti nel regime di concordato preventivo.
Tuttavia è bene precisare che l’operatività di entrambe non viene in alcun modo messa in discussione. “I giochi sono ancora tutti da fare – commenta Corrado Munarin di Condor -. C'è attesa per i programmi di lungo raggio. Sicuramente sembra una programmazione più accorta e meno sconsiderata del recente passato. Da parte nostra rimane confermato il forte impegno sul Kenya e una più oculata estate sui Caraibi”. Altra tendenza: i leader di mercato che possono contare su una compagnia aerea in house pongono i primi limiti alle rotazioni dalla provincia, dove le major e le low cost stanno posizionando voli con grande euforia.
Lo scalo di Bologna è un caso interessante con la copertura della linea sulla Grecia incrementata da Meridiana, Ryanair che annuncia il record di prenotazioni (+25%) anticipate sulle 33 rotte dal Marconi, Vueling che lancia Barcellona 6 volte alla settimana. “Quest’estate l'impegno aereo del gruppo si concentra sugli aeroporti più importanti, abbiamo un po' ridotto la presenza negli scali periferici, con una riconversione sugli hub principali”, argomenta Pier Ezhaya, direttore commerciale di Alpitour. Conferma la storica partnership con Neos e mantiene le mete consuete Hotelplan Italia, con “una sensibile riduzione di posti charter sul corto raggio – spiega il tour operating manager, Fabio Introna -: stiamo procedendo in modo oculato sugli impegni che implicano rischi elevati”.
Non prevede riduzioni di capacità Press Tours sul lungo raggio estivo. Il t.o. continua a collaborare con Meridiana e Bpa “in forma molto serena – spiega il charter manager, Gianni Soffritti -. Le loro attuali vicende non ci portano a prendere alcuna decisione affrettata”. Tra i quattro vettori principali sul mercato il t.o. milanese continuerà a "posizionare l'offerta su più d'uno, in base alle specifiche caratteristiche della compagnia ed in relazione alla destinazione specifica”, nell’ottica di poter garantire “operazioni solide, stabili e certamente a livelli di prezzo concorrenziali”.
La conferma del collegamento su Porto Santo dal 29 marzo arriva da I Viaggi di Atlantide. Se da un lato alcune difficoltà di programmazione riguardano le isole centrali della stagione mediterranea, come la Sardegna, le minori sono già prenotabili. Pantelleria con Zoom In Earth, ad esempio. Il t.o. che si occupa esclusivamente di appartamenti e ville ha aperto le vendite con un programma charter da Bergamo, Bologna e Roma ogni sabato. “Diamo la possibilità di costruire il pacchetto con volo, trasferimenti, dammuso e noleggio auto o scooter, e da quest’anno proponiamo anche il solo servizio land”, evidenzia il tour operator. I voli sono di Alitalia e Mistral.

Paola Baldacci

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte