EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Interviste

Veratour, un milione di preventivi dal sito web

Intervista sulla comunicazione digitale e la conversione. Le agenzie sono pronte, ma sotto dimensionate per dedicare più tempo ai canali social

Rispolveriamo l’eterna domanda: la comunicazione digitale converte? Lo abbiamo chiesto a Veratour che sta investendo importanti risorse in questo ambito, recente è il restyling del sito web, come vi abbiamo spiegato in questo articolo.

“Migliorare sul fronte digital non solo permette a Veratour di essere più competitiva, ma finisce per aiutare gli agenti di viaggio nel loro lavoro”, spiega Fabio D'Onorio, a capo della divisione Verastore e digital marketing. Nel 2017, oltre un milione di preventivi sono stati elaborati sul sito aziendale. “Tecnicamente non possiamo sapere a quante persone corrispondano né quanti si siano effettivamente recati in agenzia, ma non avendo canali diretti, anche ipotizzando un tasso di redemption prudenziale, possiamo affermare che il sito crea un notevole traffico verso le agenzie”.

Un dato più circoscritto è quello riferito a myVeratour, cioè degli iscritti all’area riservata acquisiti dalla rete tramite attività di web advertising e inviati tramite il sistema dei coupon alle agenzie per la prenotazione. “Abbiamo oltre 1.500 ospiti già prenotati in agenzia con un coupon scaricato online e va tenuto presente che si tratta per lo più di persone abituate a comprare le loro vacanze tramite online travel agency o siti diretti – argomenta il manager-. Il dato è in costante crescita, il lavoro da fare tanto”.

Gli abbiamo chiesto anche un’opinione sulla maturità di comunicazione social media delle migliori agenzie: fanno passi avanti, ci credono, non hanno tempo, non hanno la cultura per assegnare quest’attività all’esterno, potreste supportarle economicamente in questo processo?

Spiega D’Onorio: “La sensibilità degli agenti di viaggio verso questi canali è cresciuta molto negli ultimi due anni, almeno questa è la nostra percezione, ultimamente ho visto casi di ottima gestione di instagram da parte di agenzie che conosciamo bene”.

Il problema resta la dimensione delle adv: “La maggior parte del mercato è costituita da micro-imprese, con lo stesso titolare impegnato nelle attività quotidiane di vendita o di gestione più che in quelle di prospect e strategia – continua-. Di solito mancano il tempo o le risorse necessarie per uno specialista: nonostante si siano affermati da pochi anni, i social richiede competenze molto specifiche e la qualità dei contenuti è tutto”.

La risposta alla seconda parte della domanda: Veratour dal 2016 propone formazione specifica per su questi temi, tramite webinar. Ad esempio i cicli “Fb in agenzia” e “L’agenzia social” su come utilizzare i nuovi canali come strumenti di business. “Siamo disponibili in caso di valide proposte a prendere in esame la compartecipazione agli investimenti promozionali, peraltro alla portata di chiunque su questi media, in ottica di co-marketing. Ma torno a ribadire che non è il budget il cruccio, il vero tema è la qualità dei contenuti e del progetto”. p.ba.

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte