EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Germania dichiara 25 Paesi come aree ad alto rischio

26/01/2021 15:11
A dirlo il Ministero degli esteri federale e il Robert Koch Institute

La Germania differenzia nuovamente la sua politica Covid-19 sui travel warning e sulle aree a rischio: per la prima volta, il Ministero degli esteri federale e il Robert Koch Institute (Rki) hanno dichiarato più di 20 Paesi come regioni "ad alto rischio" a causa dei loro alti tassi di infezione. Finora le autorità tedesche hanno aggiornato permanentemente un elenco di Paesi a rischio. Inoltre, sono state decise norme più restrittive per le persone che entrano da regioni con un rischio di infezione particolarmente elevato - regioni con un numero particolarmente elevato di casi e regioni in cui si sono diffuse varianti di virus preoccupanti. Finora, quest'ultima categoria include Regno Unito, Irlanda, Sud Africa, Brasile e (al 25 gennaio) Portogallo.

Ora ci sono anche un certo numero di Paesi nella terza categoria: a causa degli alti tassi di infezione - che di solito superano 200 nuovi casi ogni 100.000 abitanti in una settimana - 25 Paesi sono ora considerati aree ad alto rischio dal Robert Koch Institute, il pubblico istituto sanitario in Germania: si tratta di Albania, Andorra, Bolivia, Bosnia ed Erzegovina, Colombia, Repubblica Ceca, Egitto, Estonia, Iran, Israele, Kosovo, Lettonia, Libano, Lituania, Messico, Montenegro, Macedonia del Nord, Territori palestinesi, Panama, Portogallo, Serbia, Slovenia, Spagna, Emirati Arabi Uniti e Usa.

L'elenco delle regioni o Stati a rischio "normale" comprende i restanti Paesi europei ad eccezione di alcune aree specifiche di Austria, Danimarca, Grecia, Finlandia e Norvegia, oltre a un centinaio di altre destinazioni in tutto il mondo. I viaggiatori di ritorno da queste aree devono presentare un test per il Coronavirus negativo al più tardi 48 ore dopo l'ingresso in Germania e sono soggetti a quarantena per dieci giorni che possono essere ridotti a cinque giorni con un altro risultato negativo del test.

Esistono normative ancora più restrittive per chi rientra da Paesi ad alto rischio: i viaggiatori dovranno già fare il test non più di 48 ore prima di iniziare il viaggio nel Paese di origine e presentare un risultato negativo all'ingresso in Germania.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us