EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Air France, 6.500 posti di lavoro a rischio

19/01/2021 16:19
Colpito soprattutto il personale di terra: 3.655 di queste posizioni scompariranno

Più di 6.500 licenziamenti se possibile senza licenziamenti. Questa è la scommessa fatta da Air France nel luglio 2020 quando ha presentato il suo piano di riduzione della forza lavoro. A partire da questo autunno, 368 piloti e più di 1.150 stewart e hostess si sono allontanati di propria iniziativa. A questo bisogna aggiungere più di 1.000 uscite volontarie (dimissioni, pensionamento ecc.) previste tra il 2020 e il 2022. Ma il grosso dell'emorragia riguarda specificamente il personale di terra: 3.655 di queste posizioni scompariranno.

Secondo La Tribune, Air France ha raggiunto una perdita operativa di 3,6 miliardi nel 2020 e si aspetta ancora di essere in rosso per la cifra di 2 miliardi quest'anno. Se ci saranno licenziamenti, probabilmente non sarà prima dell'inizio del 2023. Per contrastare il difficile periodo, Air France ha istituito l'attività parziale a lungo termine (Apld) per tutti i suoi dipendenti dal 1° gennaio. Con questo sistema di due anni al massimo, il dipendente deve lavorare almeno il 60% del suo tempo durante il periodo e percepisce il 70% del suo stipendio lordo nei giorni non lavorativi. Risarcimento pagato dallo Stato. In cambio, Air France si è impegnata a non effettuare licenziamenti economici se non in circostanze eccezionali durante l'accordo, vale a dire fino alla fine del 2022.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us