EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Operazione Gold Bluvacanze: nuovo modello di collaborazione con i fornitori

18/01/2021 11:52
Poco più di 15 i fornitori parte dell'iniziativa. Si passa da una partnership commerciale a qualcosa di più profondo, ad una relazione costante fatta di condivisione di obiettivi per abbattere costi, aumentare marginalità e ridistribuire ricchezza nella filiera - di Stefania Vicini

La mossa di Bluvacanze si chiama progetto Gold. "Abbiamo cambiato l'ottica di partnership con i fornitori, è uno degli asset su cui stiamo lavorando per costruire la strategia futura", è quanto dichiara a Guida Viaggi Claudio Busca, direzione generale leisure Gruppo Bluvacanze.

Il manager non ha dubbi sul fatto che: "Il 2021 sarà un altro anno che non esiste, servirà per mettere le basi per costruire il futuro - afferma -. In termini di prodotti sarà l'anno delle crociere, del Mare Italia, a settembre, ottobre ci potranno essere del lungo raggio, dei viaggi di nozze, ma fino ad agosto ci saranno Italia mare e crociere e qualche primo medio raggio tra Grecia, Spagna e un po' di Europa". Busca cita anche "Maldive o Egitto e qualche altra meta, ma da settembre in poi sarà un altro mondo, saremo tutti vaccinati. Oggi si costruiscono il 2022, '23 e '24".

E' con questo sguardo al futuro che il network ha messo a punto il suo piano a lungo termine che coinvolgerà tutte le agenzie del gruppo e un ventaglio di partner selezionati. A detta del manager "questo momento storico deve servire per mettere in atto cambiamenti che erano già necessari a tutto il settore e non ci sono più né tempo né alternative: il Progetto Gold vuole rimodulare i rapporti tra distribuzione e fornitore”. Il progetto è stato presentato in un webinar a cui hanno partecipato tutte le adv del polo di distribuzione turistica Vivere&Viaggiare con Bluvacanze, Blunet e Nuovevacanze.

L'obiettivo

Si presenta come un progetto innovativo che ha l’ambizione di proporre un nuovo modello di collaborazione con i fornitori - spiega la nota -. Come si articola? Si tratta di una relazione costante e continua fatta di condivisione degli obiettivi e unione di intenti per abbattere costi, aumentare marginalità e ridistribuire ricchezza all’interno di tutta la filiera che deve essere messa al servizio del valore. Quel valore per cui il cliente è disposto a pagare e che differenzia le agenzie del Gruppo Bluvacanze dalla vendita online. Busca lo dice forte e chiaro, bisogna: "Uscire dal paradosso dei volumi ed entrare nel paradosso della ricchezza". Il che vuol dire produrre ricavi, che servono per poter fare investimenti "su se stessi, sul valore da dare al cliente, sulla tecnologia, sugli strumenti, come le app - esemplifica il manager -, sul punto vendita, ma i costi devono essere sostenuti".

Il progetto 

Entrando nel merito, saranno poco più di 15 i fornitori che faranno parte del Progetto Gold. L'obiettivo posto è passare da una partnership commerciale a qualcosa di più profondo. Busca spiega così l'operazione: "Sappiamo che il 2021 sarà un anno difficile e le agenzie avranno necessità di aumentare i ricavi: lo potranno fare tramite questo progetto che è e sarà sempre di più un patto di filiera, con una visione industriale di medio e lungo periodo”.
La direzione commerciale sta operando per proporre alle agenzie un paniere di fornitori Gold che vada a coprire tutte le esigenze dei clienti. Sarà data grande attenzione per l’estate 2021 al Mare Italia con t.o. specializzati e player del comparto crocieristico senza dimenticare operatori tailor made e lungo raggio.
“Il focus dell’iniziativa è senza dubbio la maggiore reddittività per le agenzie, ma non fine a sé stessa e la condivisione totale degli obiettivi con i fornitori fino ad arrivare in futuro alla condivisione della programmazione”, conclude Corrado Lupo, direzione commerciale Gruppo Bluvacanze.

Ridisegnare la partita con i fornitori sarà sicuramente uno dei temi chiave di questo 2021, anno non facile, delicato, ma di grande responsabilità per tutti gli attori della filiera. Serviranno sì condivisione di intenti e visioni comuni, ma anche collaborazioni e dialoghi tra le parti. Intanto, i primi contratti sono arrivati sul tavolo dei network ed alcuni segnali ci sono già. Sarà una partita interessante, impegnativa e sfidante quella che gli attori del turismo si approssimano a vivere, con la consapevolezza che ora più che mai si è tutti protagonisti. 

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us