EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La decisione del Regno Unito: chiusi tutti i corridoi di viaggio

18/01/2021 10:20
La misura sarà in vigore almeno fino al 15 febbraio. In base alle nuove regole chiunque entri nel Paese dovrà mettersi in quarantena per 10 giorni all'arrivo, oltre a presentare un test Covid negativo

Il Regno Unito ha deciso di chiudere, temporaneamente, tutti i corridoi di viaggio. A dare l'annuncio il primo ministro, Boris Johnson, mentre il governo combatte per contenere nuove varianti del Covid.

Come si legge su fonti di stampa estere, i viaggiatori che arrivano nel Regno Unito, in nave, treno o aereo, devono mostrare la prova di un test Covid-19 negativo per poter entrare. Il test deve essere sostenuto nelle 72 ore precedenti il viaggio e chiunque arrivi senza, deve pagare una multa fino a £ 500.

A tutti i passeggeri sarà comunque richiesto di mettersi in quarantena fino a 10 giorni. Il periodo di isolamento può essere abbreviato, presentando un test negativo dopo cinque giorni. Come comunicato dal governo, la chiusura dei corridoi di viaggio sarà in vigore almeno fino al 15 febbraio.

In base alle nuove regole, i viaggiatori in arrivo dalle isole Falkland, Sant'Elena e Ascension sono esenti. Chi arriva dalle isole dei Caraibi è esente fino alle 04.00 GMT di giovedì 21 gennaio. A partire da oggi, il Regno Unito rimuoverà tutti i Paesi rimanenti dai corridoi di viaggio.

Tra le misure sono stati rafforzati i controlli alle frontiere per bloccare nuove varianti di Covid-19. Come già comunicato nei giorni scorsi, il governo ha bandito l'arrivo dei viaggiatori provenieni dal Sud America e dal Portogallo a seguito dell'emergere di un preoccupante ceppo di Covid in Brasile. 

Il segretario ai trasporti, Grant Shapps ha twittato: "I corridoi di viaggio valutano il rischio per la salute pubblica dall'originale Sars-COV-2, ma è impossibile per il Centro comune di biosicurezza fornire aggiornamenti scientifici in tempo reale per prevedere quali Paesi o regioni daranno origine a nuove varianti. I corridoi di viaggio sono quindi sospesi per ora". Inoltre, ha fatto sapere che "ci saranno più controlli di applicazione e meno esenzioni. Questa azione rallenterà la diffusione di nuove varianti mentre milioni di persone ricevono le vaccinazioni".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us