EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Italia ed Europa in primo piano nelle assicurazioni

17/11/2020 12:29
Le policy si indirizzano sul turismo di prossimità, in attesa della ripartenza del long haul. Altri focus communities e attività sportive e di svago - di Nicoletta Somma

Viaggi di prossimità: ecco su quale segmento del travel si stanno indirizzando le nuove policy, dal momento che il long haul sembra attualmente ancora un lontano miraggio.

“E’ probabile che nel breve-medio termine, così come accaduto durante l’estate, vi sia una nuova e forte affermazione del turismo di prossimità – conferma Stefano Pedrone, responsabile divisione Turismo Nobis Assicurazioni -. Non è un caso che la nostra società abbia progettato un prodotto assicurativo dedicato a tutti gli alberghi, i b&b, i residence e in generale a tutte le strutture ricettive italiane per tutelare il loro business e garantire ai clienti la massima sicurezza prima e durante il soggiorno, anche in tempi di Covid-19”.

Non solo turismo di prossimità, ma anche “communities e polizze legate ad attività sportive e di svago”: su questi segmenti si dirigerà l’attenzione delle società secondo Daniela Panetta, head of sales Ergo Assicurazione Viaggi.

“Bisognerà attendere di capire come si muoverà il turismo al termine dell’emergenza – aggiunge il presidente di Ami Assistance Gualtiero Ventura -. E’ plausibile prevedere che ci si muoverà, soprattutto inizialmente, soprattutto in Italia ed Europa. Ecco perché, per cercare di incentivare a viaggiare in sicurezza nonostante il momento difficile,  abbiamo lanciato ‘Stay safe’. E' un servizio che permette di gestire facilmente il cliente che dovesse presentarsi in struttura con sintomi febbrili. In questo caso tutte le spese di vitto e alloggio saranno interamente coperte da Ami Assistance”.

Dopo un’estate che, come era prevedibile, ha visto nel turismo domestico l’unica alternativa percorribile, nel breve periodo “si continuerà a viaggiare per lo più in Italia e sempre più si farà ricorso alla formula dell’appartamento in affitto prima per limitare il rischio di esposizione al contagio e poi anche  per sfuggire per quanto possibile ai rigidi protocolli di sicurezza imposti dalle strutture turistiche – suggerisce Guido Dell’Omo, head of  sales and distribution Axa Partners Southern Europe -. Seguendo queste previsioni molti player del settore assicurativo hanno ampliato la propria gamma di prodotti, ragionando su coperture specifiche per l’Italia”.

C’è chi si muove già su orizzonti più lontani: “Noi puntiamo già ad un prodotto più complesso – sottolinea Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa I4T - , in grado di assicurare efficacemente un pacchetto sul medio/lungo raggio che, in un’ottica di ripresa dei viaggi, rappresenta il core business delle agenzie”.  

L'approfondimento completo sul numero 1594 di GuidaViaggi, in distribuzione questa settimana.

Nicoletta Somma                        


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us