EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Aeroviaggi: destagionalizzazione e prenotazioni flessibili

01/10/2020 16:40
L’operatore è già al lavoro per il 2021, progettando prodotti che diversifichino l’offerta e abbiano modalità di prenotazione agevoli per incoraggiare il turismo - di Simona Zin

“Sin da febbraio 2020 abbiamo puntato alla destagionalizzazione con la nuova iniziativa “ Winter Sun“”, ha dichiarato Gaetano Scancarello dall’ufficio marketing e comunicazione di Aeroviaggi. “A Sciaccamare inauguriamo una nuova stagione turistica da gennaio a tutto  marzo per favorire un long stay in Sicilia a una tariffa particolarmente competitiva, in pensione completa con animazione. Puntiamo al mercato del nord Italia e al nord Europa e stiamo riscontrando una forte richiesta con prenotazioni che già hanno raggiunto quota 1000 principalmente di gruppi. Con la quasi totalità delle destinazioni estere la nostra offerta riscontra un forte gradimento della clientela”.

Il tour operator pensa già anche alla prossima estate, per la quale ipotizza il boom per Sicilia e Sardegna e una stagione molto positiva per il Mare Italia, come ha sottolineato Scancarello: “I tour operator italiani, con i quali stiamo concludendo accordi specifici di grande rilievo, sono molto interessati ai nostri prodotti e anche per il mercato Italiano siamo certi che sarà una stagione fantastica per il Mare Italia”.

Tra le altre previsioni di Aeroviaggi, un forte aumento delle prenotazioni sotto data, che avrà un influsso importante sulla politica dei prezzi, mentre per il breve e medio periodo l’operatore punta tutto sul turismo invernale in Sicilia, con l'apertura di un centro benessere a Sciacca che andrà ad affiancare i ben noti centri termali della regione.

“Sicuramente siamo stati favoriti per la stagione estiva 2020 dal fatto di concentrare il nostro core business sulla Sicilia e Sardegna”, ha aggiunto Scancarello commentando i risultati dell’estate . “Ci attendevamo un calo di fatturato  del 70% e siamo riusciti a far meglio delle attese. L’occupazione media di settembre, in Sicilia in particolare, ha addirittura superato quella del corrispondente periodo del 2019. Entro fine anno stimiamo ricavi pari a circa 35 milioni di euro con un calo di circa il 60%. Ci consola un ricavo medio per presenza  superiore a quello del 2019, frutto di una tenuta dei prezzi estivi”.

Per quanto riguarda il rapporto con le adv, Aeroviaggi partirà a gennaio con delle proposte che prevedano diverse tipologie di prenotazioni, anche flessibili o con cancellazione gratuita, per incoraggiare la vendita a gennaio e febbraio. “Nell’era post Covid la richiesta sulle destinazioni più sicure sarà avvantaggiata e il ruolo delle agenzie di viaggio, se sapranno sfruttare questa occasione, sarà fondamentale”.

Sul ruolo delle agenzie di viaggi Scancarello non ha dubbi nell’affermare che solo con una competente consulenza turistica alcuni viaggi saranno scelti dai clienti.  E sulla ripresa generale del settore, ha aggiunto: “Certamente il ricettivo si riprenderà prima delle compagnie aeree, anche se riteniamo che il trasporto aereo avrà una forte ripresa sin da aprile 2021”.

Simona Zin

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us