EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La rivincita dell’agenzia di viaggi

22/09/2020 11:04
La richiesta di servizi da parte della distribuzione tradizionale è in aumento. A dirlo un sondaggio tra 1.000 clienti dei Personal Travel Agents di Co-operative Travel

Agenzie di viaggio tenetevi pronte alla rivincita. La richiesta di servizi da parte della distribuzione tradizionale è in aumento: a dirlo un sondaggio tra 1.000 clienti dei Personal Travel Agents di Co-operative Travel. Secondo l’indagine il 79% sarebbe più propenso in futuro a prenotare con un agente di viaggio.

Di quei clienti che, pre-Covid, avrebbero prenotato i viaggi da soli online, il 58% passerebbe alla prenotazione con un’agenzia di viaggi. Alla domanda sui piani di viaggio per il prossimo anno, il 73% ha detto che andrà in vacanza all’estero. Quasi un quarto (22%) lo farà anche se si deve mettere in quarantena, mentre il 51% viaggerà solo se non si dovrà sottoporre alla quarantena.

"L’esperienza e la protezione finanziaria che la prenotazione con un agente di viaggio offrono non sono mai state così cruciali per i vacanzieri di quanto non sia adesso - ha affermato Sheena Whittle, head of  The Personal Travel Agents  di Co-operative Travel -. Il nostro sondaggio mostra che i clienti non vedono l’ora di partire per le vacanze ma sono preoccupati e confusi dalle regole di quarantena e dai consigli in continua evoluzione della Fcdo. Di conseguenza, stanno cercando agenti di viaggio di fiducia che li aiutino a decidere dove e come andare in vacanza, a eliminare il mal di testa di dover cancellare o modificare una prenotazione, se dovessero entrare in vigore restrizioni di viaggio, a dare loro la tranquillità che i loro soldi sono protetti e se qualcosa va storto ci si prenderà cura di loro".

Complessivamente, quasi l’80% degli intervistati ha dichiarato di essere più propenso a prenotare con un agente di viaggio ora rispetto al pre-Covid. Inoltre, di quei clienti che, pre-Covid, avrebbero prenotato i viaggi online, il 58% passerebbe alla prenotazione con un agente di viaggio in futuro. "Questo rappresenta una reale opportunità per i nostri Personal Travel Agents - ha aggiunto la manager - per mostrare il loro valore ed espandere realmente la loro base di clienti".

In termini di tipo di vacanza che i clienti desiderano, il tradizionale beach break ha avuto la meglio, con il 78% degli intervistati che ha scelto la “spiaggia” rispetto ai city break (34%), alle crociere (17%) e alle vacanze itineranti (10%). L’Europa è stata la destinazione più popolare con il 78%, battendo i Caraibi (25%), gli Stati Uniti (19%), l’Oceano Indiano/Africa (14%) e Dubai/Emirati (9%). Alle spalle dell’Europa, l’opzione di staycation nel Regno Unito ha visto un aumento del 37% della domanda. Oltre la metà (56%) degli intervistati ha dichiarato di voler fare una vacanza sia all’estero che nel Regno Unito nel 2021.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us