EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

L'Aeroporto di Brandeburgo apre il 31 ottobre, ma gli servono 300 mln

21/09/2020 15:22
Questa liquidità sembra non essere la chiave per risolvere il problema. Nello "scenario peggiore", Ber potrebbe richiedere un totale di 700 milioni di euro, se il numero di passeggeri non dovesse aumentare

L'Aeroporto di Berlino-Brandeburgo Willy Brandt necessita immediatamente di un'iniezione di liquidità da 300 milioni di euro prima della sua apertura, prevista per il 31 ottobre, dopo 9 anni di ritardi e rinvii, scrivono fonti di stampa estere.

Il progetto iniziale prevedeva l'apertura a novembre 2011. L'aeroporto si trova a circa 20 chilometri a Sud del centro di Berlino. Inizialmente sono stati investiti più di 2.500 milioni di euro per la sua costruzione, ma si stima che la cifra impiegata sia già più del triplo. Con una capacità di 27 milioni di passeggeri, sarà il terzo in Germania, dopo quello di Francoforte e Monaco. La sua entrata in esercizio concentrerà gli arrivi e le partenze di Berlino per via aerea, interessando i due aeroporti di Berlino, Tegel, che era il principale, e il vecchio Schönefeld, che diventa il T5 della Ber.

Alla fine dello scorso novembre, il Flughafen Berlin-Brandenburg ha confermato che la principale infrastruttura della capitale tedesca sarà finalmente operativa il 31 ottobre 2020. Una previsione, almeno per l'anno, che era già stata anticipata nel 2018.

Il segretario di Stato per le finanze federali, Bettina Hagedorn, dei socialdemocratici, ha indirizzato una lettera al comitato del bilancio del Bundestag per richiedere ulteriori finanziamenti per l'aeroporto ancora inutilizzato; secondo quanto riporta il portale europeo di informazione SchengenVisaInfo.com.

Dei 300 milioni di euro necessari, 99 milioni dovrebbero essere trasferiti immediatamente, mentre i 201 milioni aggiuntivi sarebbero concessi come prestito. Tuttavia, secondo un rapporto pubblicato dal quotidiano berlinese Tagesspiegel, questa liquidità non sarebbe la chiave per risolvere il problema. Nello "scenario peggiore", Ber potrebbe richiedere un totale di 700 milioni di euro, se il numero di passeggeri non dovesse aumentare.

"Senza l'impegno finanziario degli azionisti, la solvibilità del suo gestore Flughafen Berlin-Brandenburg (Fbb) non sarebbe stata assicurata entro il 2020. Fbb necessita di parte dei fondi impegnati per garantire la propria liquidità entro ottobre 2020 al più tardi", è stato fatto presente da Hagedorn. 

Il gabinetto del Brandeburgo ha sollecitato l'approvazione del progetto di bilancio per il 2021, che dovrebbe includere anche un aiuto finanziario per Fbb. Dal canto suo, il ministro delle finanze, Katrin Lange (Spd) aveva già sottolineato: "In qualità di azionisti, abbiamo il dovere di proteggere l'azienda dal fallimento". Fbb potrebbe raggiungere un deficit di quasi 1.500 milioni di euro entro il 2024.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us