EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Toscana al lavoro su termale e città d’arte

03/09/2020 12:22
"La ripartenza si percepisce, ma non sarà rapidissima", afferma Palumbo - di Alessandra Tesan

Turismo outdoor, termale e food & wine, ma anche città d’arte e costa. Questi i focus su cui si concentrerà la promozione della Regione Toscana nei prossimi anni e su cui verte la campagna promo pubblicitaria “Toscana Rinascimento Senza fine” diffusa attraverso radio e riviste in Italia e all’estero, con declinazione sui mercati di Francia, Germania, Inghilterra, Spagna e Cina, oltre che sui canali web e social.

In Regione abbiamo iniziato a lavorare subito, ancora in pieno lockdown, su azioni che potessero attutire la preannunciata crisi del settore turistico- ha spiegato Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica - sull’estate non c’è ancora un dato definitivo ma il calo ha riguardato soprattutto i flussi stranieri. La domanda degli italiani è stata forte sulle destinazioni balneari e sulle aree montane (+20%), ma anche sulla campagna e i piccoli borghi (+100%). In particolare, alcune destinazioni fino ad oggi meno frequentate hanno avuto quest’anno ottime performance, che tuttavia non sono riuscite a compensare il calo dei primi mesi e soprattutto le difficoltà delle grandi destinazioni d’arte che pesano molto nell’economia turistica regionale. Sui prossimi mesi molto dipenderà dall'andamento dei contagi, dalla disponibilità del vaccino, dalla riapertura dei collegamenti aerei e soprattutto dalla tenuta delle compagnie di volo, che sembrano essere uno dei settori in maggior difficoltà. La ripartenza si percepisce, ma non sarà rapidissima - ha detto Francesco Palumbo -, avremo difficoltà nel settore del turismo anche nei prossimi mesi e dobbiamo approfittarne per riorganizzare la nostra offerta ed essere pronti al meglio. Se non ci saranno mutamenti di scenario, si può ipotizzare una ripresa dei flussi turistici a partire dalla seconda metà del 2021, anche inizio 2022. Sul fronte del prodotto lavoriamo per rilanciare Firenze e le città d'arte che hanno subito una flessione molto forte nella componente estera, che poi è quella in grado di sostenere l’offerta dei grandi alberghi a 4 e 5 stelle. In accordo con il Comune di Firenze stiamo avviando iniziative per il recupero di un turismo di qualità legato alle produzioni di eccellenza manifatturiera ed artigiana nella moda e nel design, ma anche alle mostre e alle manifestazioni artistiche, oltre a prevedere il rilancio della città quale porta di accesso a tutta una serie di itinerari che si estendono in modo capillare nel resto del territorio. Pensiamo ad esempio al circuito delle Ville Medicee, più in generale alle residenze rinascimentali”. Proprio Firenze ospiterà una grande mostra fotografica di Massimo Sestini al Forte Belvedere dal 15 settembre al 31 ottobre 2020.

L'approfondimento sul prossimo numero di Guida Viaggi settimanale.

Alessandra Tesan 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us