EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Wttc: nel Regno Unito a rischio 3 milioni di posti di lavoro

05/08/2020 12:12
"Il confuso patchwork di divieti, quarantene e misure internazionali non coordinate di test e tracciamento ha dissuaso molte persone dal viaggiare nel picco della stagione estiva"

Quasi tre milioni di posti di lavoro nel settore dei viaggi nel Regno Unito sembrano destinati a essere persi a causa del "patchwork confuso" di divieti, quarantene e test non coordinati, avverte il World Travel & Tourism Council.

Meno di due mesi fa, i modelli economici del Wttc prevedevano che si sarebbe verificato uno "scenario peggiore" se gli ostacoli ai viaggi globali, come le misure di quarantena e le restrizioni, fossero rimasti in atto per affrontare ilCovid-19.

Ora l'organizzazione sostiene che le sue peggiori paure si stanno avverando, dicendo: "Il confuso patchwork di divieti, quarantene e misure internazionali non coordinate di test e tracciamento ha dissuaso molte persone dal viaggiare nel picco della stagione estiva del 2020".

Il Wttc stima che il Regno Unito possa ora perdere "la cifra sbalorditiva" di $ 186 miliardi dal contributo del settore dei viaggi e del turismo al Pil del Paese, un calo del 73% rispetto al 2019.

Gloria Guevara, presidente e chief executive del Wttc, ha dichiarato: "È straziante vedere le nostre peggiori paure per il Regno Unito e il settore dei viaggi e del turismo diventare realtà. I lavori e i mezzi di sussistenza di milioni di persone che operano in tutto il settore stanno scomparendo di giorno in giorno, nonostante il nostro avvertimento sul fatto che ciò potesse accadere.

"Mentre riconosciamo gli sforzi del governo britannico per sostenere i viaggi e il turismo durante questa crisi – ha proseguito -, il solo Regno Unito sembra destinato a perdere tre milioni di posti di lavoro nel settore, creando un buco nero economico di $ 186 miliardi nelle finanze del Paese. Ciò è dovuto a un fallimento internazionale nell'attuare un coordinamento adeguato per combattere la pandemia. Tuttavia, abbiamo ancora il tempo di ribaltare questo problema se agiamo ora insieme in modo coordinato e sostituiamo le quarantene inefficaci con test rapidi completi, uno standard accettato a livello mondiale di tracciamento dei contatti e un uso diffuso della maschera facciale".

"L'utilizzo della tecnologia più recente, combinato con l'adozione in serie di strumenti protettivi per il viso - ha aggiunto Guevara -, contribuirà a ridare fiducia al viaggiatore. I governi di tutto il mondo devono allineare le proprie politiche e lavorare a stretto contatto con il settore privato per rilanciare i viaggi e il turismo, in modo da poter ripristinare i posti di lavoro e contribuire a rilanciare l'economia globale. Siamo fermamente convinti che lavorando in modo coordinato possiamo battere il Covid-19 e tornare a viaggi sicuri con standard di igiene di livello mondiale e a rigenerare posti di lavoro e nonché a sostenere i 300 milioni di persone che hanno operato nel settore prima del Covid-19. Questa è un'opzione molto più economica ed efficiente che allevierà il terribile impatto economico della disoccupazione di massa".
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us