EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Ndc, Amadeus punta sull'Asia Pacifico

16/07/2020 11:08
Garantire più contenuti, semplificare e standardizzare i processi: gli obiettivi della società tecnologica che continua a sviluppare la sua Selling Platform Connect - di Laura Dominici

Ndc non frena il passo e i Gds si adeguano. La conferma viene da Amadeus, che oggi, nel corso di un Travel Tech Talk, ha ribadito il suo obiettivo di arricchire di contenuti la sua Selling Platform Connect e renderla disponibile a tutto il mercato puntando sull’Asia Pacifico nella seconda metà del 2020.

“La crisi che stiamo vivendo rappresenta una nuova sfida per Ndc e garantisce opportunità nel new deal dei viaggi – ha commentato Mark Ridley, head of airline distribution solutions e Ndc program di Amadeus -.  Negli ultimi anni Ndc è stato un tema chiave per l’industry, per i consumatori e per Amadeus e continuerà ad esserlo. C’è bisogno di una forte collaborazione su vasta scala per rispondere alle esigenze dei viaggiatori di oggi, sempre più alle prese con cambi di programmi e negli ultimi mesi con le riprotezioni via voucher. E’ importante dare risposte veloci e precise, tutelare la fiducia del cliente”.

Per Ludo Verhegger, director of air content acceleration, travel channels di Amadeus, “Ndc è in evoluzione, ci sono nuove release e l’obiettivo è normalizzare il processo con un end-to-end flow e fornire più contenuti, compresi foto, video, che dovranno essere parte del flusso informativo”. American Airlines, ad esempio, include posti ed ancillary; Finnair, Qantas, Singapore Airlines e United Airlines faranno dei test pilota nei prossimi mesi e Singapore Airlines si è certificato come Iata Ndc @Scale.

“L’acquisto dei voli – ha spiegato Paul de Villiers, senior vice president, airlines distribution sales di Amadeus – avviene come lo shopping di beni nel retail, che si basa su tre azioni, quella di cercare, ordinare e pagare. I temi chiave sono la semplicità, la standardizzazione e la normalizzazione”. Parlando degli ultimi due obiettivi, è stato spiegato che per quanto riguarda la normalizzazione si cerca di evitare la complessità dei flussi ai clienti. “Oggi – è stato ricordato – ci sono tante versioni di Ndc, ognuna ha le sue differenze e il nostro compito è fare una mappa e agevolare il percorso per rendere disponibili le soluzioni. Stiamo lavorando anche sulla ricerca e sulla comparazione per portare tutto il contenuto in un solo searching engine, con tutti i dettagli”. Per quando riguarda la standardizzazione, il termine si riferisce ai diversi percorsi che si possono intraprendere per il retail, visto che i vettori adottano approcci diversi e il compito del Gds è di sostenerli tutti, semplificando però il percorso d’acquisto al cliente.

Dare più contenuti Ndc significa poi garantire forti investimenti, “e noi in Amadeus continuiamo lo sviluppo – ha sottolineato de Villers -. L’obiettivo è dare ad Amadeus Travel Platform la  piena interoperabilità. Il punto, comunque, è garantire contenuto, non si tratta soltanto di un aspetto tecnologico”.

Selling Platform Connect è stata sottoposta, nel 2019, ad implementazioni con nuovi tool e funzionalità, ora l’azienda sta finalizzando il modo in cui viene rappresentato il contenuto Ndc nel Pnr di Amadeus. Anche nel 2021 gli obiettivi andranno nella direzione della standardizzazione e normalizzazione. Infine, un accenno ad un segmento centrale per l’industry: il corporate travel. “Siamo vicini a questo settore con booking tool adeguati e tre sono gli obiettivi che ci poniamo in questo campo: mantenere i flows esistenti, consentire la comparazione in modo trasparente e rendere un servizio corretto”, ha detto de Villers. Gli sforzi dedicati al corporate riguardano poi la possibilità di dare accesso al controllo dei costi, riconoscere la persona dietro il viaggiatore business e affinare le capacità di contrattazione.

Laura Dominici


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us