EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Mediterraneo: la proattività delle destinazioni

26/06/2020 08:33
Esperienze di più giorni o city break, focus sulla destagionalizzazione e partnership con le agenzie per i sei enti protagonisti dell'ultimo webinar organizzato da Guida Viaggi - di Nicoletta Somma e Stefania Vicini

Presentano una vastità d’offerta non indifferente, propongono esperienze di più giorni o city break: le destinazioni del Mediterraneo hanno saputo reagire con grande proattività alla situazione creatasi post Covid-19, facendo leva anche sulla destagionalizzazione. Si tratta di Grecia, Spagna, Francia, Slovenia, Principato Monaco e Malta. I sei protagonisti del decimo e-MARTEDIturismo by Guida Viaggi partono da una situazione dei trasporti in netto recupero e fanno focus sulle agenzie di viaggi per catturare una clientela che fa della sicurezza una priorità.

La Grecia: rassicurare i turisti

“Il mezzo con cui i clienti si sentono più sicuri è l’auto – spiega Kiki Boulasidou, direttore Ente Grecia -, tuttavia anche l’aereo presenta queste caratteristiche. L’importante è convincere la gente a viaggiare, a non aver paura. I voli ci sono, anche se non con le stesse frequenze della scorsa estate e le prenotazioni non mancano. Ci sono posti in Grecia dove è possibile fare il bagno fino a ottobre e novembre, come Creta e Rodi – aggiunge la manager -, ma non bisogna dimenticare città come Atene e Salonicco per un city break oppure un giro del Peloponneso, il trekking e la bici nelle isole, un aspetto quest’ultimo non conosciuto dal pubblico italiano. La Grecia è amata per il sole e il mare, ma ci sono tanti modi per scoprirla”.

La Spagna e le agenzie di viaggi

“La situazione è normale e lo spazio aereo con l’Italia è stato aperto il 19 maggio – commenta Isabel Garaña, direttore Ente Spagna -. Alcune aerolinee hanno già cominciato ad operare, come Alitalia, Vueling, Volotea, altre lo faranno, come Iberia dal 1° luglio. La connettività è molto buona, gli aeroporti sono pronti e per chi lo vuole c’è anche l’auto”. Ruolo fondamentale quello della distribuzione: “La conoscenza e l’esperienza delle agenzie sono importanti per i clienti e noi stiamo lavorando molto con loro”, puntualizza Garaña.

La Francia, da sempre legata al trade

Anche in Francia la situazione trasporti è buona e “c’è un recupero dei voli e anche delle navi. Orly ha da poco ripreso”, evidenzia Barbara Lovato, responsabile ufficio stampa e pr Atout France. La destinazione ha sempre lavorato molto con il trade e continua a farlo: “Il ruolo delle agenzie è importante perché dà sicurezza. A luglio faremo un webinar sul tema natura e grandi spazi. La Francia si presta molto sotto questo punto di vista: l’isola di Porquerolles è perfetta per la bici, la zona di Luberon in Provenza, dove hanno girato il film ‘Un’ottima annata’, e i suoi villaggi sono tutti da scoprire, così come l’Alsazia e i vulcani spenti dell’Auvergne”. Discorso diverso per i Territori d’Oltremare: “C’è richiesta per fine anno, non nell’immediato”.

Slovenia meta di prossimità

Quest'anno premierà, come più volte detto, le mete di prossimità e la Slovenia lo è in un certo senso per chi viene dal Nord Italia. Aljoša Ota, direttore Ente Sloveno per il Turismo in Italia, concorda sul fatto che "il tema della fiducia sarà quello principale, con le nostre azioni di comunicazione puntiamo a creare un mercato che è stato azzerato a livello generale". Quanto ai mezzi, il direttore riconosce che la macchina "è quello più usato, ci avvantaggia rispetto ad altre mete - osserva -. Dall'Italia non c'è un volo diretto". Ota concorda anche con chi riconosce nelle adv "un ruolo sempre più centrale, in quanto forniscono risposte importanti al turista viaggiatore, dando supporto". 

Il Principato di Monaco oltre la comfort zone

Uscire dall'area di comfort per andare verso un'offerta che entra più nel profondo e nel dettaglio. Qual è il Principato di Monaco da scoprire oltre al Casinò e alla spiaggia? "Il Principato di Monaco può essere una tappa di tre Paesi, Italia-Principato-Francia - asserisce Gloria Svezia, direttore Ufficio del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco -. Non ci sono solo ristoranti stellati, ma anche posti dove si può mangiare a pochi euro". Gli eventi sono una carta importante da giocare, quest'anno, purtroppo causa pandemia, ne sono stati cancellati tanti, tra cui Il Gran Premio di F1, "cosa mai successa prima - commenta la direttrice -. E così per il 2021 ne faremo tre di Gran Premi, elettrico, storico e F1, ovviamente molti eventi sono stati riposizionati nella prima parte dell'anno". 
Sul fronte trasporti anche in questo caso il mezzo migliore è la macchina, "siamo a 12 km dal confine di Stato che è Ventimiglia, poi c'è Thello che collega Milano al Principato. Il resto d'Italia dipende dalle compagnie aeree". I vettori stanno man mano riprendendo ad operare i collegamenti. Tra le chance, una compagnia di elicotteri che ora fa voli privati dall'Italia, certo "è per una tipologia di clienti che le adv ben conoscono". 

Malta dà nuovi imput

Il trasporto aereo a Malta è in ripresa. Dal 1° luglio riprendono i voli di Air Malta, attesta Ester Tamasi, direttore Italia Malta Tourism Authority, "con uno schedule che è pressapoco invariato". Ryanair opera da 6-7 scali, tra i vettori che hanno ripreso ci sono anche Alitalia e Easyjet. Poi ci sono i collegamenti in traghetto dalla Sicilia.
Malta investe sul fronte della formazione, il programma realizzato "è servito per dare nuovi imput sulla destinazione". La direttrice mette in evidenza anche un'altra parola chiave che è "flessibilità", consapevole che sarà "una delle richieste più importanti che saranno fatte". In questo quadro adv e t.o. si confermano "fondamentali nonostante siamo una destinazione vicina". Un'altra parola chiave emersa è "fiducia, di chi deve viaggiare e di chi deve vendere".

Nicoletta Somma e Stefania Vicini

L'e-MARTEDIturismo si può vedere cliccando qui


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us