EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

"La ripresa del lungo raggio per fine anno"

23/06/2020 08:33
Nelle adv Robintur il 79% delle prenotazioni confermate ha come destinazione l'Italia. Al primo posto la Sardegna, seguita da Sicilia e Puglia. Il 14% riguarda l'estero, Spagna, Grecia, Mar Rosso e resto d'Europa - di Stefania Vicini

"Sono stati tre mesi terribili per gestire l'emergenza, i rientri, le cancellazioni, i rimborsi, i voucher. Man mano abbiamo preso atto dell'impatto economico della crisi, in un anno rischiamo di bruciare i risultati di 6-8 anni di lavoro. Un impatto che durerà 12-14-18 mesi". A fotografare la situazione attuale è Claudio Passuti, direttore generale Robintur Travel Group. Le adv del network però non si sono mai fermate, "hanno aperto il 25 maggio formalmente, in quanto da remoto hanno sempre dato assistenza ai clienti. Una parte dei colleghi opera da casa, al momento abbiamo ancora accesso a una parte della cassa integrazione - spiega il manager -. Stiamo monitorando l'andamento delle richieste e aumentando di conseguenza il personale. Si lavora anche il sabato, ma l'attività non è semplice - sottolinea -, cioè gestire gli annullamenti per partenze non confermate di luglio-agosto e le relazioni clienti-t.o. per la gestione dei voucher". 

A suo dire "nonostante la dimostrazione di attenzione da parte della politica, mancano comunque delle politiche a sostegno per il settore troppo frammentato, manca un sostegno per aiutare le imprese sane a sopravvivere e rilanciarsi nel futuro, ripartire con il piede giusto è fondamentale". Dal canto suo Robintur non ha fermato gli investimenti "sul piano tecnologico, accelerando. Abbiamo adottato gli ammortizzatori sociali, portato avanti il nostro lavoro primario". Il tutto in uno scenario in cui "molte imprese stanno valutando come riaprire - sottolinea Passuti -. La preoccupazione è che avvenga con tassi di occupazione inadeguati che non permettono di recuperare i costi vivi. Monitoriamo questa evoluzione", fa presente il manager.

Il nuovo sistema di appuntamenti

Robintur ha lavorato per "una ripartenza in sicurezza", il che si è concretizzato anche nell'organizzazione di un "nuovo sistema di prenotazione degli appuntamenti con le adv, che possono essere online e tramite centro unico di prenotazione telefonico, per andare in adv o collegarsi direttamente da casa. La conferma che la voglia di vacanza è forte - osserva Passuti - è dimostrata dal fatto che stiamo riscontrando interesse, ad oggi 6mila consumatori o sono venuti nei punti vendita o hanno prenotato un appuntamento". Il dato è riferito a 57 punti vendita, man mano stanno aumentando gli slot a disposizione. 

Il trend delle prenotazioni

Quanto alle prenotazioni si è avvertito un "primo decollo lento, ci stiamo avvicinando a coprire il 25% delle prenotazioni effettuate a parità di settimane nel 2019. Sull'Italia si viaggia al 50% delle conferme giornaliere". I dati di Robintur sono in linea con le attese generali che da tempo parlano di un turismo tutto Italia su Italia. infatti, numeri alla mano, "il 79% delle prenotazioni confermate ha come destinazione l'Italia".
Quanto alle regioni, al primo posto si colloca la Sardegna, seguita da Sicilia e Puglia al terzo posto. "Crescono bene - sottolinea Passuti - Toscana e Trentino, ma anche Calabria e Costa Adriatica".
Il 14% riguarda le mete estere, che sono Spagna, Grecia, Mar Rosso e resto d'Europa, non a giugno, ma verso agosto. Quanto ai mesi prescelti "al primo posto - dice il manager - c'è luglio per la partenza e poi agosto, ma ci sono prenotazioni anche per giugno e settembre". Un 7% è per le crociere "da fine estate-autunno".

La spesa media a passeggero registra "un calo medio sul costo 2019 di circa il 15%, manca la fetta del lungo raggio, pertanto il livello di spesa complessivo è più basso". Passuti mette in luce anche il fatto che non si registri "un interesse significativo sul buono vacanze, ma siamo fiduciosi che possa risvegliare nuovi interessi. Chiediamo che le procedure di gestione del tax credit comprendano la filiera del turismo organizzato, diversamente sarebbe grave". 

Dal canto suo Robintur si dice fiducioso "della ripresa delle vacanze in Italia" ed auspica "la ripresa del lungo raggio per fine anno". Tra le mosse fatte c'è il lancio della campagna "Vacanze in buone mani", che vede un potenziamento della formula residence. Dal canto suo Passuti non ha dubbi sul fatto che "l'auspicio che la stagione si possa prolungare a settembre veda come elemento condizionante la ripartenza delle scuole".

Stefania Vicini

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us