EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Post Covid-19: Quality Group al lavoro su diverse ipotesi

28/04/2020 11:24
Ancora troppo presto per parlare di ripresa, commenta Marco Peci. Il direttore commerciale illustra come cambierà la programmazione – di Nicoletta Somma

E’ ancora troppo presto per parlare di ripresa. Non ha dubbi Marco Peci, direttore commerciale Quality Group. In questo periodo di “chiusura forzata” la società non ha avuto problemi di organizzazione aziendale:  “Eravamo tecnologicamente già preparati ad operare in remoto – spiega il direttore commerciale -, poiché avevamo già tutto in cloud. Sono bastati pochi aggiustamenti per spostare in remoto 200 persone. Pensiamo al termine del lockdown di proseguire con una piccola parte dello staff in ufficio e il rimanente in smart working, attendendo la fase 3 e 4. I servizi saranno erogati regolarmente, come del resto stiamo facendo anche in questo momento che è molto intenso soprattutto per i reparti amministrativi”.

Intanto, però, il gruppo si sta preparando al “post Covid-19”:  “Abbiamo formulato diverse ipotesi – anticipa Peci - e preparato dei piani che, però, devono essere valutati alla luce dell’evoluzione della situazione. Al di là delle misure italiane, stiamo attendendo quelle nei tanti Paesi al mondo dove operiamo, ma c’è bisogno ancora di qualche settimana o mese”.

Ma come cambierà la programmazione, che ne sarà dei viaggi di gruppo? “Sarà dei viaggi di gruppo quello che sarà del turismo come l’abbiamo sinora conosciuto – risponde il manager -, poiché il turismo muove necessariamente grandi numeri aggregati che siano precostituiti o che vivano solo estemporaneamente ed opportunisticamente momenti di aggregazione. Pensiamo agli aerei, ai ristoranti, agli hotel ai trasferimenti, agli accessi ai musei, ai siti… Finché esisteranno i distanziamenti il turismo si adatterà, ma sarà solo una fase di passaggio che nel medio e lungo termine non può reggere. Al momento non possiamo sapere quanto questa fase di passaggio durerà, ma non sarà definitiva”. Come verranno riorganizzati i tour, chiediamo? “Verranno riorganizzati secondo le indicazioni sanitarie dei singoli Paesi ed in modo tale che i clienti vivano con comodità e sicurezza l’esperienza di un viaggio”.  Qualche cambiamento in vista anche per trasferimenti e le escursioni? “In una fase transitoria si possono immaginare con mezzi iperdimensionati rispetto al numero dei partecipanti, un aumento delle partenze individuali o di gruppi famigliari e ancora viaggi di gruppo con piccoli numeri di partecipanti”.

Nicoletta Somma


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us