EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I vettori europei blindano la liquidità per evitare i fallimenti

24/03/2020 11:05
Un'analisi spiega che i cinque principali gruppi europei - Iag, Lufthansa, Air France-Klm, Ryanair ed easyJet - possono contare ad oggi su liquidità per 26,7 miliardi di euro. E vogliono preservarla

Rafforzare la liquidità e le linee di credito, prima di mettere a terra le flotte per un periodo non meglio precisato. E’ questo l’obiettivo principale delle compagnie aeree in questi giorni di incertezza, con una caduta della domanda che rende non pronosticabile l’andamento del settore sul breve termine.

Tra i vettori meglio posizionati in termini di “riserve”, secondo un’analisi del periodico Expansion, troviamo i cinque grandi gruppi europei Iag, Lufthansa, Air France-Klm, Ryanair e easyJet, che insieme contano su una liquidità totale di 26,7 miliardi di euro.

Il punto di vista dei vettori è chiaro: preservare il capitale e minimizzare le spese in questo periodo di chiusura dei cieli, perché una volta che i voli riprenderanno le aziende avranno bisogno di un'enorme disponibilità finanziaria per rilanciare l'attività.

Iag (Iberia, British Airways, Vueling, Level e Aer Lingus) è il gruppo con la maggiore disponibilità, per 9,3 miliardi di euro, dei quali 7,3 di liquidità.
Air France-Klm aveva 6 miliardi di liquidità il 12 marzo scorso, Lufthansa 5,2 miliardi tra liquidità e linee non utilizzate. Ryanair 4 miliardi. È una posizione "forte", secondo la compagnia stessa, che, dopo aver ridotto la sua offerta dell'80% non esclude che i suoi aeromobili restino del tutto a terra ad aprile e maggio. Per parte sua, easyJet ha 2.200 milioni di euro ed è in trattativa per migliorare la sua posizione.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us