EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alula apre ad ottobre ai primi visitatori stranieri

27/02/2020 12:21
Il Paese inizia la sua avventura nel turismo. Il sito naturalistico e archeologico entro il 2035 accoglierà 2 mln di visitatori all’anno. Viaggi del Mappamondo scommette sulla meta - di Alessandra Tesan

Con un evento ricco di suggestioni che si è tenuto ieri sera alle Terme di Diocleziano a Roma, La Royal Commission for Alula ha presentato per la prima volta al mercato italiano questa antica regione dell’Arabia Saudita, un luogo magico, ricco di storia, tradizioni e culture millenarie che riveste un ruolo di grande importanza nella “Vision 2030” del Paese.

Sede del primo sito Unesco dell’Arabia Saudita, Alula, la città nabatea di Hegra, conduce in un viaggio attraverso i secoli con tracce del passaggio di numerose civiltà, racchiuse in dipinti rupestri, tombe scavate nella roccia ed antiche cittadelle. I regni di Dadan, dei Lihyaniti, dei Nabatei, l’Impero Romano e la civiltà islamica, tutti hanno contribuito alla magnificenza di quest’oasi che si trova nel Nord dell’Arabia, un museo a cielo aperto in gran parte inesplorato colorato dal verde delle palme, dal rosso delle pietre e dal giallo ocra del deserto.

Con i visti turistici che ora sono disponibili per i cittadini di 50 Paesi, il turismo diviene un pilastro fondamentale per l’Arabia Saudita che già lavora allo sviluppo della fascia costiera e delle isole del Mar Rosso. Un’Arabia deserta, che non sarò più così deserta.

Alula aprirà le porte ai primi visitatori stranieri nel mese di ottobre e sarà possibile raggiungerla volando da Jeddah o da Riad. E’ la prima regione dell’Arabia Saudita ad essere aperta al turismo globale ed il suo sviluppo, affidato alla Royal Commission, comprende una gamma di iniziative in archeologia, turismo, cultura, istruzione ed arte, nell’ottica di un lavoro che saprà coinvolgere le comunità locali e sviluppare programmi sostenibili a lungo termine che dovranno valorizzare e conservare il patrimonio naturale limitando l’espansione urbana e l’impatto delle attività umane sui luoghi.

L'investimento, i numeri e l'espansione

20 mld di dollari verranno investiti nella Regione entro il 2035 con un impatto cumulativo sul Pil di 32 mld e la creazione di 38mila posti di lavoro. 10mila nuove camere d’albergo saranno disponibili entro il 2035 e 1000 camere entro la fine del 2022. Oggi sono solo 300.
Ad Alula entro il 2035 sono previsti 2 mln di visitatori l’anno, di cui il 37% internazionali, il 10% regionali ed il 53% saudita. Per servire questi numeri, anche l’aeroporto della zona si prepara ad un’espansione importante che gli consentirà di accogliere 400mila passeggeri ogni anno e voli internazionali diretti.

Viaggi del Mappamondo sarà il primo operatore italiano a proporre l’Arabia Saudita, e lo farà con pacchetti di 7 notti che consentiranno ai visitatori di pernottare ad Alula, di scoprire Jeddah e Riad, e di spendere magari alla fine del tour anche qualche giorno sulla costa del Mar Rosso. “E’ una destinazione complessa l’Arabia, ma per comprendere le numerose difficoltà che si incontrano nella messa a punto di proposte turistiche bisogna tenere a mente che il Paese è aperto al turismo solo da settembre - ha commentato Andrea Mele, a.d. Viaggi del Mappamondo - dopo varie ispezioni ho ritenuto fossero migliori i soggiorni di una settimana piuttosto che gli short-break e in attesa che parta concretamente lo sviluppo del balneare, su cui il Paese ha promesso un vero e proprio boom, vedo la possibilità di combinazioni anche con Dubai”.

Alessandra Tesan


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us