EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Itabus sfida Flixbus

19/02/2020 16:58
Flavio Cattaneo e Luca di Montezemolo si lanciano nel mercato delle autolinee a lunga percorrenza con una nuova società di autobus. Sarà operativa entro l’estate 2020. Investimento da 200 milioni

Itabus debutta sul mercato delle autolinee a lunga percorrenza. Come si legge su Corriere.it, dietro l’operazione ci sono nomi noti, come quello di Flavio Cattaneo, ma accanto a lui, nella compagine ci saranno anche le famiglie Montezemolo, Punzo, Seragnoli e Donati. La nuova società attiverà il servizio entro l’estate 2020. L’azionariato sarà interamente italiano. L’investimento previsto, secondo quanto riporta la fonte, è di 200 milioni, la sede sarà a Roma, quanto alle assunzioni saranno privilegiati i trentenni del bacino del Centro-Sud.

Grazie all’operazione saranno creati 800 -1.000 posti di lavoro. La sfida nella lunga percorrenza è con un leader di mercato, la tedesca Flixbus, che opera con un sistema misto che coinvolge operatori locali collegati tramite una piattaforma digitale. La caratteristica di Itabus, sarà, invece, quella di puntare su autobus di proprietà per differenziarsi sul mercato.

Numeri alla mano, nel 2019 il servizio prenotazioni di Flixbus ha interessato 10 milioni di passeggeri, pari ad un +50% sull’anno precedente. Il trend mostra una crescita generale, infatti in base a quanto emerso da uno studio del Polimi, inizialmente il trasporto su autobus a lunga percorrenza era appannaggio dei giovani e con una formula low cost. Adesso si sta assistendo ad una apertura anche ad un’utenza della fascia 25-44 anni, con una maggiore disponibilità a pagare. Resta stabile la quota degli over 44, che vale un terzo del mercato.

Sembra che il mercato più interessante sia quello del Sud con direttrice principale i viaggi diretti verso il Nord, anche se la rotta più frequentata collega il Lazio alla Calabria, riporta il Corriere. Cresce anche il mercato interno al Nord nonostante la concorrenza del treno. A guidare le vendite sono i viaggi tra i 200 e i 400 km, anche se la tendenza dei viaggiatori è ricercare anche soluzioni sopra i 600 km. Stabili i collegamenti a lunga percorrenza con gli aeroporti, in particolare quelli con Orio al Serio.

Come è prevedibile dalla nascita di Itabus ci si attende un intensificarsi della competizione. Se oggi la partita si gioca soprattutto sul prezzo, non è detto che il modello di business non cambierà. Itabus sta già giocando le sue carte.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us