EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Osservatorio, la travel industry continuerà a crescere

05/12/2019 17:15
Per il prossimo quinquennio il valore economico globale è previsto in aumento del 3,3% annuo. Sostenibilità la parola chiave per i piani di gestione del turismo e per i viaggiatori

“Siamo all’opera per dare ancora più valore alla nostra doppia anima tenendo presenti sia le esigenze dei nostri espositori sia quelle del pubblico, con la consapevolezza che la forza unica ed esclusiva di Bit risieda proprio nella capacità di coglierne a fondo le specificità”, ha spiegato Simona Greco, direttore Manifestazioni di Fiera Milano.

L’edizione del 40° di Bit si appresta a rafforzare la posizione di leadership in Italia della manifestazione nell’ambito degli eventi dedicati alla travel industry, non solo per la convergenza tra domanda e offerta, e a fungere da termometro delle tendenze del settore.

Proiezioni e valutazioni del mercato attestano che su scala globale il comparto turistico prospetta di crescere nei prossimi anni. Il valore economico globale dell’industria turistica segnerà su base annua un trend di crescita costante del 3,3% (Euromonitor), arrivando a raggiungere quasi i 3 trilioni di dollari entro il 2024. Il valore economico al dettaglio, inoltre, dei viaggi globali nel 2019 è, secondo i termini attuali, in aumento del 5,8%. Entro il 2024, complessivamente, gli arrivi internazionali prospettati conteranno 1,8 miliardi, mentre il turismo domestico dovrebbe raggiungere i 19 miliardi. Un aumento dei redditi, inoltre, dei mercati emergenti renderà i viaggi accessibili a un pubblico sempre più vasto, fattore che avrà un ruolo cruciale per tutti i numeri legati al turismo.

Negli ultimi 10 anni (City Index Mastercard 2019), contraddistinti da un continuo cambiamento, le persone su scala globale si sono mosse sempre di più: numericamente, le città asiatiche, anche in relazione ai flussi dalla Cina in forte crescita, hanno generato l’incremento maggiore con un +9,4%, ma l’Europa, come continente, è ancora al secondo posto, con un aumento del 5,5%.

La fine 2019 delinea un incremento del numero di arrivi internazionali per tutte le città top 20 (Cim): Bangkok è saldamente al primo posto e Tokyo si guadagna il primato di città con la miglior prospettiva di crescita (10,02%). Da segnalare, in questa classifica, la città di Milano che occupa il 16° posto ed è la prima tra città italiane. Mete intramontabili sono Parigi (al 2° posto), Londra (al 3°), New York, Istanbul e Bali. Tra le percentuali di incremento maggiore per il 2019, figurano anche Kuala Lumpur e Osaka.

Osservando le proiezioni relative al futuro (“Destination 2030 –- Global Cities’ Readiness For Tourism Growth” del World Travel Tourism Council) è interessante rilevare che, in relazione a fenomeni dibattuti come l’overtourism e i costi/benefici del turismo,  città ai vertici del ranking mondiale per i loro numeri, come, per esempio, New York, figurino tra le “realtà mature” grazie a piani di azioni ad alto potenziale strategico. La Grande Mela ha introdotto diverse misure per redistribuire i visitatori, invogliandoli anche attraverso azioni di marketing specifiche a rimanere più a lungo e a esplorare oltre il centro. Mature performer sono, per esempio, anche Londra, Sydney e Berlino.

Nell’industria turistica che verrà, la tecnologia avrà un ruolo sempre più importante. Gli acquisti da mobile anche nel settore viaggi saranno costantemente in aumento – da circa 400 miliardi di dollari nel 2019 a oltre 700 nel 2024 - e nel travel si sentirà sempre più parlare di super app e di intelligenza artificiale. Dato interessante: le risorse tecnologiche hanno permesso di attrarre consumatori capitalizzando la forte domanda di esperienze autentiche, local e personalizzate (Em).


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte