EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Usa: scansione del viso negli aeroporti?

04/12/2019 16:02
Gli Stati Uniti potrebbero richiedere di fotografare tutti i viaggiatori che transitano negli scali del Paese. Ma è già polemica

I funzionari federali stanno valutando la necessità di fotografare tutti i viaggiatori, compresi i cittadini americani, quando entrano o escono dal Paese come parte di un sistema di identificazione che utilizza la tecnologia di riconoscimento facciale.

Il Dipartimento della sicurezza nazionale afferma che prevede di pubblicare una proposta di legge il prossimo luglio. I funzionari non hanno risposto alle richieste di ulteriori dettagli.

I critici stanno già sollevando obiezioni.

Il senatore Edward Markey ha detto martedì che introdurrà una legislazione per bloccare il piano e proibire ai cittadini americani di essere costretti a fornire informazioni sul riconoscimento facciale. Ha affermato che una recente violazione dei dati alla protezione delle dogane e delle frontiere dimostra che la sicurezza nazionale non può essere considerata attendibile con le informazioni.

Il riconoscimento facciale è in fase di test da parte di diverse compagnie aeree in una manciata di aeroporti statunitensi. I cittadini americani possono scegliere di non essere fotografati, anche se un audit del 2017 condotto da un'agenzia federale di controllo ha rilevato che pochi viaggiatori statunitensi hanno esercitato tale diritto - a malapena più di uno per volo.

La legge federale impone alla Homeland Security di mettere in atto un sistema per utilizzare la biometria per confermare l'identità dei viaggiatori internazionali. I funzionari del governo non hanno nascosto il loro desiderio di espandere l'uso della biometria, che secondo loro potrebbe identificare potenziali terroristi.

Jay Stanley, analista politico per l'American Civil Liberties Union, ha affermato che il governo ha ripetutamente dichiarato al pubblico e al Congresso che i cittadini americani sarebbero esenti dallo screening biometrico obbligatorio.

"Questo nuovo avviso suggerisce che il governo sta rinnegando ciò che era già una promessa insufficiente", ha affermato Stanley in una nota. "I viaggiatori, compresi i cittadini statunitensi, non dovrebbero sottoporsi a scansioni biometriche invasive semplicemente come condizione per esercitare il loro diritto costituzionale al viaggio."


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte