EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Blue Panorama cambia nome e livrea

11/10/2019 10:22
"Un'incursione" del presidente Patané per rivelare la trasformazione del vettore nel corso della presentazione del piano di riorganizzazione del network, illustrata dall'a.d. Gilardi

Non doveva essere l'oggetto dell'evento, ma da un imprenditore vulcanico come il presidente Luca Patané ci si poteva aspettare la rivelazione del giorno: Blue Panorama cambia nome e livrea. Lo ha annunciato il presidente Patané nel corso della presentazione in cui sono stati svelati i dettagli della riorganizzazione del network. Non è entrato nei dettagli, ma ha assicurato che questa ed altre importanti novità verranno annunciate nel corso del prossimo BizTravel Forum. Patané ha anche sottolineato che "non si tratterà di un cambiamento vero e proprio, ma di una trasformazione della compagnia aerea". Intanto sul fronte distributivo Uvet Travel System guarda al 2020 con la Carta dei servizi, un piccolo volume che racchiude prodotti, beni e servizi che offre a tutti i propri affiliati. Una novità che va di pari passo con una riorganizzazione interna che oggi prevede quattro differenti unità. “Abbiamo una parte dedicata al commerciale, una per business travel, gds e ticketing, una per prodotto e trade marketing e infine i network angels chiamati a risolvere i problemi digitali dei nostri affiliati", ha spiegato il direttore generale Andrea Gilardi. Stessa logica di trasformazione e non di cambiamento della compagnia vale anche per il network, a fugare eventuali timori sull'idea che ciò che è stato fatto in precedenza non andasse bene.

"Abbiamo superato un annus horribilis nel corso del quale 192 adv se ne sono andate dal network in quanto allettate da altre proposte commerciali - ha commentato Gilardi -. Nel 2019 segniamo invece l’entrata di 62 nuove agenzie a fronte di 20 fuoriuscite, di queste la metà ha chiuso. La nostra sfida è puntare sul loro margine di guadagno per continuare a farle esistere”. Infine Gilardi ha riassunto in due punti chiave i vantaggi per una adv di far parte di un network: la capacità di avere accesso a prodotti e servizi (specialmente in ambito tecnologico) che altrimenti sarebbero molto onerosi, e la complaiance ovvero la capacità di un’agenzia di essere adeguata in merito a tutte le normative del settore.

Sul ruolo delle agenzie si è espresso anche il presidente Patané, affermando che “è cambiato il ruolo delle adv e insieme dobbiamo essere capaci di ridisegnare il futuro e una nuova visione del mercato, purtroppo i timori legati all’economia stanno bloccando i consumatori e non solo in ambito turistico”. s.f.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte