EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Zilio: "Il digital network alternativa al mercato tradizionale"

03/10/2019 11:02
Il gruppo ha lanciato la piattaforma di biglietteria aerea multi Gds. Attualmente la stanno utilizzando un migliaio di agenzie in tutta Italia. Novità anche sul fronte degli accordi esteri in ambito tecnologico

Procede il progetto digital network portato avanti da Ivano Zilio e Alfredo Vassalluzzo. Le mosse più recenti vedono l'inserimento di "nuove figure con competenze digitali, per prepararci al futuro lancio di questo canale che, sicuramente visto il momento, potrebbe essere un'alternativa al mercato tradizionale. Nonostante tutti parlino di digital, il nostro progetto si discosta dalla logica italiana, seguendo un modo di fare più internazionale". E' quanto dichiara a Guida Viaggi, Ivano Zilio, presidente di Primarete. Il network ha creato una divisione digital marketing alimentata da una squadra che è stata ampliata con figure aventi tutte titoli accademici legati al marketing, digital web, social, economia del turismo e comunicazione. L'obiettivo è "portare il network verso un nuovo modello: il gruppo turistico digitale".

Il lancio del multi Gds

Tra i progetti annunciati c'era il lancio (a settembre, ndr) del multi Gds con il marchio FlyNet. Interpellato in merito, il manager fa presente che "in questi giorni è stato comunicato al mercato l’avvio della nuova piattaforma di biglietteria aerea multi Gds. Le caratteristiche principali sono state il frutto dell’implementazione delle migliori tecnologie di sviluppo presenti ad oggi - sottolinea Zilio -. Tra queste, la possibilità di dare una rapida e veloce risposta grazie alla ricerca di interrogazione, la quale fornirà non solo la migliore tariffa aerea, ma rispetto ad una piattaforma semplificata darà la possibilità all’agente di viaggio, in tempo reale, di prendere atto, grazie agli alert presenti nella piattaforma, di quanto succede all’esterno. Ricevendo così anche informazioni necessarie a livello operativo". Per esempio scioperi, annullamenti di voli, cambio tariffa, "il tutto in modo automatico. Facendo sì che l’agente di viaggi abbia meno responsabilità a suo carico".
Attualmente lo stanno utilizzando un migliaio di agenzie in tutta Italia, "è fortemente in crescita la richiesta della piattaforma dal lancio di fine settembre". A quanto si apprende ci sono delle novità anche sul fronte degli accordi esteri in ambito tecnologico. Zilio conferma che stanno "lavorando al dynamic packaging e siamo in uno stato di ottimo avanzamento". 

Nasce il gruppo turistico

Primarete e Travelbuy hanno varato la nuova organizzazione aziendale a seguito della integrazione tra le due reti. Concretamente la mossa prevede "un organigramma comune dove i servizi master non saranno più individuali per singola rete, ma unificati. In questo modo - spiega Zilio - l’utente che chiamerà, otterrà una risposta più veloce dai vari reparti congiunti. Si tratta di un grande passo in avanti, ampliando il nostro organico offriremo una qualità maggiore relativa ai singoli servizi oltre a puntare sulla maggiore flessibilità e dinamicità. La nuova rete potrà essere paragonata più ad un gruppo turistico che ad un network tradizionale. Non si risponderà più con il nome del network, ma con il nome del servizio offerto". 

In tutto ciò come sarà coinvolta Sitravel? A quanto si apprende il network e Travelbuy, che sono stati protagonisti di uno scambio di quote paritetico, "perfezioneranno ancora di più il piano di sviluppo congiunto per migliorare strategicamente la loro forza nel mercato dell’Aip con varie novità che saranno svelate a breve".

L'integrazione porterà alla nascita di un nuovo gruppo con un nuovo nome? "Non si esclude niente, sicuramente questo progetto già annunciato come holding, darà vita ad un soggetto ancora più dinamico e strutturato in un mercato che ha bisogno di certezze, restando sempre posizionato nella Mdo. Visti anche gli eventi dei grandi come Thomas Cook, quindi forse meglio rimanere nel nostro posizionamento - commenta Zilio -, che sicuramente uno spazio nel mercato lo può occupare. Non è sempre detto che il pesce grande mangi quello più piccolo". s.v.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte