EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Le quattro sfide per il settore e come affrontarle

19/09/2019 11:15
Disruption, ipercompetitività, volatilità e futuro dell'occupazione. Ecco quanto è emerso dal Travel Innovation Summit, organizzato da Top Seeds Lab e Deloitte a Madrid

Jorge Schoenenberger, managing partner di Deloitte per i settori turismo, hotel, tempo libero e trasporti in Spagna e Emea, ha elencato al Travel Innovation Summit, organizzato da Top Seeds Lab e Deloitte a Madrid, le quattro grandi sfide per il settore turistico, consigliando ciò che le aziende devono fare per affrontarle.

Disruption
Come ha sottolineato Schoenenberger, "la catena del valore si sta spezzando", anche se altri oratori che hanno partecipato all'evento come Manuel Butler, direttore esecutivo dell'Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), hanno affermato che è già rotta. Il manager di Deloitte ha suggerito che "le aziende riesaminino le loro proposte di valore, migliorino l’immagine del marchio, investano in dati per essere in grado di offrire un'offerta il più personalizzata possibile, eseguano un cambiamento di modello nel rapporto con il consumatore massimizzando il dialogo con lui per tutto l'anno, scommettano sulla responsabilità sociale delle imprese come elemento essenziale per essere sostenibili a lungo termine, oltre ad essere coinvolti negli ecosistemi dell'innovazione”.

Ipercompetività
Nelle parole di Schoenenberger, è essenziale “intraprendere la necessaria trasformazione digitale e l'eccellenza nella gestione dei prezzi, che di solito è la cosa più difficile da fare".

Volatilità e rischi crescenti
Le aziende, secondo il manager di Deloitte, “devono imparare a gestire la volatilità perché siamo nel mezzo di una perfetta tempesta generata dall'incertezza della Brexit, dalle tensioni tra globalizzazione e localizzazione, dalla guerra commerciale con la Cina, dalle catastrofi naturali. Di fronte a un mondo volatile come questo, le aziende per sopravvivere devono essere gestite con modelli leggeri e flessibili, diversificare il business e proteggersi dagli attacchi dei cybercriminali".

Futuro del lavoro
Secondo il manager "la maggior parte dei posti di lavoro che conosciamo cambierà con l'irruzione della tecnologia. Ecco perché le aziende devono prepararsi ai cambiamenti, analizzare quali posizioni scompariranno e quali nuove saranno necessarie. Ciò richiede l'impegno del personale a fornire un servizio differenziato e la gestione dei talenti perché coloro che si occuperanno di gestione in futuro non saranno come quelli del passato, avranno bisogno di nuove competenze”.

Strategia per la trasformazione e chiavi di successo
In quest'ottica, Schoenenberger ha citato le chiavi della strategia di trasformazione che le aziende devono intraprendere, applicando l'innovazione all'intera catena del valore: tutto ciò che può essere digitalizzato, va digitalizzato, ultrapersonalizzazione, trasparenza nelle informazioni,  i processi si concentrano sui dati.

Il manager ha sottolineato gli elementi di base per avere successo in questo processo: “Essere il migliore in termini di costi, disporre di un modello operativo flessibile (struttura minima con il massimo valore) e avere le migliori informazioni dal cliente finale, anche se ciò richiede un investimento significativo". Schoenenberger ha riassunto in due elementi le chiavi per avere successo: "Fare economie di scala e dare valore all’intangibile".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte