EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Tui, dietrofront sulle brochure

31/07/2019 17:49
L’operatore fa marcia indietro sulla decisione di eliminare tutti i cataloghi entro il 2020

Marcia indietro di Tui sulla decisione di eliminare tutti i cataloghi entro il 2020 a seguito di una ricerca condotta sui clienti. L’operatore ha annunciato nel 2016 che avrebbe gradualmente eliminato le brochure tradizionali entro l’anno successivo per sostituirle con la tecnologia in negozio. All'epoca, il managing director Nick Longman affermava che la decisione si basava sul modo in cui i consumatori ricercavano e prenotavano le vacanze.

Tuttavia, l'operatore questa settimana ha confermato che non abbandonerà del tutto le brochure. La marcia indietro fa seguito ad una ricerca sui clienti dello scorso anno che ha rilevato come gli opuscoli siano una "parte importante del percorso dell’utente". Nel 2016, Tui ha stampato 4,7 milioni di brochure all'anno, con 56 titoli diversi, al costo di milioni di sterline. Quel numero è stato ridotto a 39 quest'anno e tutti i titoli delle brochure sono disponibili in formato digitale. Gli agenti continueranno a ricevere brochure e Tui ha dichiarato che "non vi sono piani immediati per cambiare questa decisione".

Un portavoce ha affermato: “Siamo più concentrati che mai sul cliente e sul suo viaggio. Con questo in mente, lo scorso anno abbiamo intrapreso una ricerca che ha identificato le brochure come una parte ancora importante del percorso del cliente". Longman si è dimesso da managing director nel febbraio 2018 ed è stato sostituito da Andrew Flintham. 

Tui ha stampato brochure per oltre 60 anni. Ha pubblicato la prima nel 1953 con il marchio Skytours.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte