EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Cosa fa un hotel director su una nave da crociera?

11/07/2019 10:40
Oscar Salvi, che su Costa Mediterranea coordina 700 persone di 41 nazionalità diverse, lo racconta a Guida Viaggi

Ha iniziato come allievo commissario e oggi è hotel director, carica che ricopre da 11 anni. Da 26 anni sul mare, Oscar Salvi, convinto single, racconta a Guida Viaggi come svolge il suo lavoro quotidiano a bordo.

“E' un lavoro impegnativo, ma che dà molte soddisfazione – rimarca Salvi, nato a Zurigo 53 anni fa e residente a Parma, sportivo, amante della corsa e dei viaggi -. Lavorare a bordo può essere faticoso, ma non ripetitivo, arrivando la nave ogni giorno in un posto diverso. Sicuramente non esiste lo stress del traffico urbano per raggiungere il posto di lavoro. A bordo il ritardo maggiore può dipendere dall'arrivo dell'ascensore, al massimo un paio di minuti”.

A bordo di Costa Mediterranea, l'equipaggio di 41 nazionalità diverse è composto da 850 persone di cui 700 coordinate da Oscar Salvi. “Con tutti loro, ho ottimi rapporti - ci dice il manager -. Sono spesso invitato ai loro matrimoni, battesimi e quando posso vado con piacere. Esiste un preciso senso di appartenenza, quasi di famiglia che si crea durante i mesi della navigazione. E' fondamentale creare dei rapporti amichevoli con chi vive lontano da casa. Lo stesso capita con i passeggeri che fanno più crociere all'anno e che si incontrano frequentemente. In questo momento, a bordo, abbiamo una coppia di italiani che sta facendo la 96.a crociera e un'altra di inglesi che viaggia con Costa 14 volte l'anno. La mia giornata – racconta Salvi - comincia al mattino presto quando assisto personalmente allo sbarco dei passeggeri. Poi mi consulto con i responsabili dei vari settori per conoscere le carenze avvertite o segnalate nel giorno precedente, cercando di rimediare e intervenire. Un giro sui ponti esterni per controllare la pulizia e manutenzione e nella zona equipaggio. Controllo il buffet e i ristoranti, metto in agenda i meeting per la giornata. Sappiamo per esperienza che il livello di soddisfazione degli ospiti cresce nel corso della crociera. Il passeggero una volta a bordo è più propenso a vedere le cose positive, attratto sia dai luoghi che la nave va a toccare, sia per tutte le attività di bordo che offrono veramente tanto e per tutti i gusti, sia per la disponibilità del personale sempre molto attento al cliente. Migliorare sempre è uno dei nostri obiettivi”.

Oscar Salvi è appassionato del suo lavoro. “Mi piace molto la vita a bordo, ma anche scendere a terra e correre in ogni posto diverso. E' l'unico lavoro che ti dà la possibilità di vedere e di conoscere posti nuovi ogni giorno. A me piacciono gli itinerari in Brasile durante l'inverno e in estate quelli in Nord Europa. Anche se è difficile dire cosa è bello e cosa non lo è. Sicuramente il mio è un lavoro appagante che non cambierei per nessun altro. Meglio avere due mesi di riposo consecutivo lavorando 7 giorni su 7, piuttosto che riposare due giorni ogni cinque. Non potrei fare quello che amo fare con qualsiasi altro lavoro”.

Abbiamo chiesto se le donne hanno delle cariche manageriali. “Assolutamente sì. Non abbiamo preconcetti, a volte le donne hanno maggiore professionalità e a bordo sono numerose. Anzi siamo una delle compagnie che ha più personale femminile a parità di condizioni. Non abbiamo ancora chef donne, ma diverse con la carica di direttore di cucina”.

Tra i compiti dell'hotel director anche il food tasting, ossia assaggiare tutti i giorni pasti che saranno serviti al ristorante e di controllare la presentazione dei piatti. “Io provo volentieri, quando ci sono le mie pietanza preferite, non solo assaggio, ma consumo la mia cena”.

Abbiamo appreso che il personale oggi dorme in cabine da due letti. “Molto personale dorme in singola, dipende dal grado. E non esistono più cabine per 4/6 persone, ma solo per due. Anche imenu sono studiati affinché ci siano le specialità dei loro Paesi di origine che possano soddisfare periodicamente i loro gusti”. a.to.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte