EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Lusso e sostenibilità nell’Africa di Wilderness Safaris

19/06/2019 08:59
Gattinoni Travel Experience entra in partnership con il tour operator per offrire ai clienti esperienze memorabili



"Puoi lasciare l'Africa ma l'Africa non ti lascerà mai". Lidia Martinuzzi, Wilderness Safaris representative Italy (al centro nella foto), riassume in una frase il sentiment del tour operator specializzato sull'Africa commercializzato da Gattinoni Travel Experience.

Nato 37 anni fa Wilderness Safaris è leader nel settore in Paesi africani quali Botswana, Namibia, Rwanda, Zambia, Zimbabwe grazie a 42 lodge e a una compagnia aerea privata.

“Con decenni di esperienza nell’organizzazione di safari e soggiorni natura, Wilderness Safaris è sicuramente il partner perfetto per rispondere alle richieste della nostra clientela più esigente, alla ricerca di viaggi naturalistici e ecosostenibili, abbinati al massimo del comfort e del servizio”, afferma Alberto C. Albéri, responsabile di Gattinoni Travel Experience.

La conservazione dell'ambiente, della fauna e della flora, parte del profitto reinvestito e il coinvolgimento della popolazione locale fanno parte del progetto del tour operator, che attraverso il lavoro, la formazione, l'istruzione anche scolare e l'approccio a un turismo consapevole vuole garantire continuità e sostenibilità al continente. In molti Paesi africani, infatti, l'ambiente ha subito gravi perdite e nella mission di Wilderness Safari rientrano anche la tutela e ripopolamento di animali in via estinzione.

I lussuosi lodge, diversissimi tra loro a seconda del Paese e dell'habitat naturale, si sviluppano su concessioni private - alcuni su aree governative - a uso esclusivo del tour operator, che offre pacchetti all inclusive. Ogni location dispone di personale locale estremamente professionale e di ranger, che conducono e guidano i visitatori alla scoperta delle meraviglie d'Africa, insegnando quali comportamenti tenere nell'osservazione degli animali - leoni, leopardi, giraffe, zebre, ippopotami, ghepardi, licaoni e infinite gazzelle - affinché questi non siano disturbati nella loro vita quotidiana.

La Namibia, con le sue tre aree che passano dal deserto alle colline fino all'altopiano centrale, la riserva governativa di Etosha con il lago salino prosciugato, il Botswana, con il Kalahari e l'incredibile delta dell'Okawango, i cui flutti si riversano nella terra, i campi acquatici, i giri in mongolfiera e una famiglia di elefanti liberati dalla crudeltà di un circo e riportati in libertà da un magnate americano, lo Zimbabwe con le cascate Vittoria, 1,8 chilometri di fronte, turisticamente ancora tutto da scoprire, lo Zambia, e, sull'equatore, il Rwanda, il più piccolo stato africano, che sta investendo moltissimo sul turismo e che consente di entrare in rispettoso contatto con i gorilla sono solo cinque delle offerte di Wilderness Safari.

"Il nostro è il lusso dello spazio, della privacy, della natura incontaminata - spiega Martinuzzi - i nostri campi sono adatti anche per le famiglie con bambini, estremamente sicuri e controllati dai nostri ranger. Tutti i Paesi interessati non richiedono visto di ingresso e hanno al massimo un'ora di fuso orario rispetto all'Italia. Con Gattinoni abbiamo stretto una positiva relazione commerciale destinata a intercettare la clientela più adatta per queste destinazioni".

"Per quanto riguarda il turismo proveniente dall'Italia, la Namibia si colloca sicuramente al primo posto nell'interesse e nel gradimento, anche perché ben servita dai collegamenti aerei. Nella nostra offerta il Botswana è il top per quanto riguarda la qualità ma anche gli altri Paesi, pur meno noti, stanno crescendo. Lo Zambia, con i suoi grandi spazi, è una destinazione costosa perché tutti gli spostamenti avvengono in aereo privato oppure in elicottero ed è una meta che attrae la clientela altospendente così come il Rwanda, che si è lasciato alle spalle un periodo buio e punta su un turismo sostenibile concedendo pochissimi ingressi giornalieri al parco dove è possibile avvistare i gorilla".

"Bisogna sempre considerare - precisa - che in Africa le disponibilità infrastrutturali sono limitate e pertanto le prenotazioni vanno fatte con largo anticipo. Inoltre, alcune destinazioni del nostro catalogo, sono, per motivi climatici, stagionali. In fase di prenotazione l'agente di viaggio deve fare affidamento sui suggerimenti degli operatori specializzati, in grado di fornire tutte le informazioni necessarie. Wilderness Safari non accetta prenotazioni da privati e tutto è gestito tramite l'agenzia di riferimento".

“Registriamo una domanda in costante crescita di viaggi che permettano di rigenerarsi entrando in contatto diretto con la natura. Con questa partnership ampliamo la nostra programmazione con un prodotto di qualità capace di soddisfare anche i viaggiatori più esperti, abbinandoci a uno dei player più esperti sul mercato”, conclude Albéri. p.o.

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte