EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Clup Viaggi: "Cresce la domanda per l'Oman"

31/05/2019 09:39
La meta è nella programmazione del t.o. da qualche anno, tra le chiavi di lettura proposte particolari come la possibilità di scoprirla attraverso percorsi culinari

Una serata tutta dedicata all'Oman per conoscerlo nei suoi differenti aspetti quella che si è svolta ieri a Milano nello Spazio Feeling Food, volutamente scelto per poter dare un assagggio delle specialità omanite, seguendo il food quale chiave d'ingresso nel Paese.

In effetti quella dell'esperienza culinaria da poter vivere in loco è un nuovo modo con cui Clup Viaggi, organizzatore della serata, in collaborazione con Oman Air, l'Ufficio del Turismo del Sultanato dell'Oman, Al Baleed Resort, Al Jabal Al Akhdar Resort, propone per le proprie mete. 

"L'Oman è nella nostra programmazione da qualche anno - racconta la product manager Laura Lonati -, è una meta che ci piace molto, è interessante in quanto offre tante possibilità per scoprirla, tra paesaggi, deserto e non solo il mare, in linea con la nostra natura, visto che ci piace organizzare viaggi di scoperta. Facciamo qualche partenza garantita, ma soprattutto molto tailor made, che è poi la nostra specializzazione", sottolinea la manager. 

Quanto alla risposta avuta dal mercato, per la meta che il t.o. programma da 3-4 anni, è stata buona, c'è stata una crescita, così come per la Giordania, "due Paesi dove si possono fare viaggi interessanti". 

L'Oman di Clup Viaggi prevede dei programmi classici, arricchiti da proposte particolari, affidandosi a modalità di scoperta del Paese piuttosto originali. Una di queste sono i percorsi di cucina, con esperienze culinarie da poter vivere in scuole presenti in Oman, con giovani cuochi o con le donne del posto che promuovono la cultura locale. Oppure sono proposti dei programmi avventura tra natura, spiagge e deserto. "L'Oman lo si può visitare in 5-6 giorni per un viaggio breve, oppure con soggiorni più lunghi, che prevedono per esempio la traversata del deserto per viaggi che sono più impegnativi", spiega la manager. 

Per quanto riguarda il resto della programmazione, l'India è la meta storica del t.o. proposta con viaggi su misura al 90% dei casi ed alberghi di charme. Le si affiancano Indocina e Birmania, "due mete che hanno preso piede negli ultimi anni", commenta Lonati. Anche in questi casi vengono proposte "le esperienze culinarie, che piacciono molto". 
Altra area presente in programmazione è l'Africa del Sud, che sta andando bene sul fronte delle richieste, "sono soddisfatta", commenta Lonati.
Dal canto suo il t.o. lavora con un centinaio di adv e piccoli network, per lo più posizionati al Nord. 

La serata è stata l'occasione per conoscere più da vicino l'Oman, tra immagini e racconti dell'ente del Turismo, Paese che conta oltre 3mila km di coste, è un po' più grande dell'Italia, con una superficie che, per l'80%, è ricoperta da deserti. La lingua ufficiale è l'arabo, ma si parla anche l'inglese, usato in particolare per la cartellonistica stradale. E' visitabile tutto l'anno, ha due stagionalità, l'inverno che va da ottobre ad aprile e l'estate, da maggio a settembre. Natura, paesaggi, storia, tra i suoi atout, basti dire che vi sono oltre mille forti e castelli, alcuni sono stati anche ristrutturati. L'Oman è anche mare, con le spiagge attrezzate, ma solo quelle dei resort, e nella zona montuosa vi sono i villaggi tradizionali da poter visitare. s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte