EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

In calo i conti di Thomas Cook e Tui

16/05/2019 13:00
Nel Regno Unito pesa l'incertezza politica legata alla Brexit

Thomas Cook Group ha subito un drammatico crollo delle perdite per i sei mesi invernali a £1,45 miliardi e ha emesso un nuovo profit warning. Nello stesso periodo dello scorso anno si attestavano a 303 milioni di sterline. Le azioni della compagnia sono scese del 19%. La società ha affermato di aver ricevuto "diverse offerte" per la sua compagnia aerea da pretendenti i cui nomi non sono stati divulgati. Trecento milioni di sterline sono stati assicurati per fornire ulteriore liquidità per l'inverno 2019-20.

"Continuiamo a vedere una forte domanda per Turchia, Egitto e Tunisia poiché i clienti sono attratti dalla nostra grande offerta di hotel di alta qualità e dalla maggiore capacità di volo - ha affermato Thomas Cook -. Le prenotazioni per le isole spagnole sono inferiori rispetto allo scorso anno a seguito della nostra decisione di ridurre significativamente la capacità del tour operator per l'estate. Nel Regno Unito, l'incertezza politica legata alla Brexit negli ultimi mesi ha portato a una domanda più contenuta per le vacanze estive in tutto il settore. E’ chiaro che, nonostante la nostra tempestiva decisione di mitigare la nostra esposizione nel mercato riducendo la capacità, la continua pressione competitiva derivante dall'incertezza dei consumatori sta esercitando un'ulteriore pressione sui margini. Questo, combinato con i maggiori costi di carburante e hotel, sta creando ulteriori ostacoli ai nostri progressi nel resto dell'anno. Di conseguenza, ora prevediamo che l’Ebit nel secondo semestre sarà inferiore rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso". Le prenotazioni del t.o. per l’estate sono in calo del 12%, mentre i prezzi sono saliti del 2%. 

Anche i conti di Tui non brillano: il gruppo ha subito una perdita semestrale invernale di €287,2 milioni a seguito di due profit warning. L'azienda ha confermato una possibile ripercussione fino a 300 milioni di euro nei risultati dell'intero anno a causa della messa a terra dei velivoli Boeing 737 Max. Nei risultati semestrali, la società ha rivelato ulteriori turbolenze con un calo del 36,4% della perdita netta da € 210,6 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente.

Tui ha detto che il risultato semestrale nelle sue attività di tour operator e nel business aereo "riflettono le sovracapacità in Spagna derivanti dallo spostamento della domanda nel Mediterraneo orientale e la continua incertezza della Brexit. Inoltre, il risultato include l'impatto iniziale della messa a terra di 737 Max, che è iniziata a metà marzo, e la Pasqua alta di quest'anno". Gli hotel e i resort della compagnia hanno offerto prestazioni "resilienti" mentre le crociere hanno continuato a essere "forti". Tui ha ribadito che i risultati dell'intero anno sarebbero compresi tra il 17% e il 26% in meno rispetto all'anno precedente di 1,17 miliardi di euro, a seconda che i 737 voli Max possano riprendere in tempo per il picco estivo. Il programma estivo del gruppo è stato venduto per il 59% contro il 62% in questo periodo dell'anno scorso. Le prenotazioni sono in calo del 3%, con prezzi medi di vendita in crescita dell'1%.

Il ceo di Tui, Fritz Joussen, ha dichiarato: "Tui è sulla buona strada, sia dal punto di vista strategico che operativo, ed è ben posizionato. Ecco perché il 2019 sarà un altro anno solido. I nostri core business con i nostri hotel, le nostre crociere e le nostre esperienze e attività rimangono forti e attualmente forniscono circa il 70% dei nostri guadagni. Tui emergerà come un gruppo più forte, più efficiente e più redditizio dall'attuale consolidamento del nostro settore in Europa. Saremo tra i vincitori, non tra i perdenti. Le nostre attività principali sono altamente redditizie e posizionate per la crescita e disponiamo di un solido bilancio. Tutte le previsioni di crescita a medio e lungo termine per il settore sono intatte", ha aggiunto Joussen.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte