EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I goal di Alitalia

14/05/2019 12:04
Crescita, soddisfazione cliente, puntualità, cambio della strategia commerciale, efficientamento del network e focus sul lungo raggio tra le mosse del vettore

Sono numeri positivi quelli con cui Alitalia ha iniziato l'anno. Per esempio marzo in termini di ricavi-passeggeri si è attestato come il 16° mese consecutivo di crescita per il vettore, "era qualcosa di non scontato, negli ultimi decenni la situazione non era questa", ha affermato Emiliana Limosani, vice president business travel sales & commercial partnerships. Ci sono altri punti a favore del vettore, che la manager ha messo in evidenza durante la convention di Uvet Travel System, a cui è intervenuta lo scorso venerdì e di Gattinoni Mondo di Vacanze, sabato.

"Un altro dato positivo - ha affermato - è la soddisfazione cliente, nei primi quattro mesi dell'anno è risultato essere un vettore che soddisfa i clienti al 91,2%", oltre ad essere l’unica compagnia europea nella top 5 dei vettori più puntuali. La manager osserva anche che "il ruolo dei commissari è stato fondamentale, l'hanno fatta agire come una azienda indipendente che guardava soltanto al business". 

Limosani ha sottolineato ulteriori mosse del vettore. “Abbiamo avviato un cambio di strategia commerciale per affinare la targetizzazione del cliente - spiega - realizzando due differenti aree commerciali dedicate rispettivamente ai segmenti business e leisure. Fino all’anno scorso eravamo un vettore leisure oriented, ora invece ci stiamo focalizzando sul bleisure che è un trend in continua affermazione e crescita”. Il vettore negli ultimi anni "era sbilanciato sul leisure che rappresentava il 70%, contro il 30% del bt, ma un vettore per essere sano deve avere un buon bilanciamento anche delle classi di viaggio", asserisce la manager.

Una direzione confermata anche dal programma Millemiglia che ora è nuovamente 100% di Alitalia, dopo che in passato era stato acquisito da Ethiad. “Uno strumento ulteriore a nostra disposizione per fidelizzare il cliente, oltre a questo punteremo sempre di più sul lungo raggio e sulle classi premium e business”.

I cambiamenti ci sono stati anche a livello di network, "non era semplicissimo - riconosce la manager -, abbiamo cercato di efficientarlo, cercando, dove possibile, di puntare sul lungo raggio, con l'apertura di molte nuove rotte". La più recente è il Washington con valenza bt e leisure. 

Sullo stato di salute del vettore prende parola Armando Muccifora, sales manager Italy, South East Europe & Mediterranean di Thai Airways e Presidente Apjc. “Ritengo che Fabio Lazzerini stia facendo miracoli con Alitalia, questa compagnia aerea è un asset fondamentale per l’economia del nostro Paese”. Pensiero condiviso pienamente anche da Franco Gattinoni, presidente del network Gattinoni Mondo di Vacanze: “Io ho sempre confidato nel salvataggio di Alitalia, la forza dirompente delle low cost purtroppo ha scardinato il mercato. L’unica cosa che mi sento di chiedere a gran voce alle compagnie aeree è che le commissioni riconosciute alle agenzie siano maggiori. È vero che negli altri Paesi ci sono meno player e gli stessi hanno anche maggiore forza, ma in Italia la situazione è differente. Molti vettori hanno dislocato i propri uffici e il customer service, è proprio qui che entra in scena la forza dell’agente di viaggio con un servizio di assistenza a 360 gradi per sopperire a questa mancanza. Una commissione maggiore è doveroso che venga riconosciuta”. s.f. e s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte