EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Arkus-I Viaggi di Atlantide: salta l’operazione?

02/05/2019 14:10
La situazione debitoria del tour operator acquisito dal gruppo potrebbe far fare retromarcia alla nuova proprietà; i cavilli dei contratti di acquisto e lo scenario di mercato

E’ una questione di tempi, di attribuzione dei debiti, di nomi societari e di cavilli contrattuali quella che lega la vicenda Partours ai fornitori, nel caso specifico a Neos.

A quanto ci è dato sapere da fonti di mercato, infatti, la questione dei posti volo bloccati riguarderebbe nello specifico il tour operator I Viaggi di Atlantide, che avrebbe accumulato un debito con la compagnia aerea del Gruppo Alpitour mai saldato. Il mese scorso Arkus Network aveva rilevato I Viaggi di Atlantide (la notizia per la precisione era emersa a fine marzo nel corso della Bmt di Napoli), operazione “perfezionata mediante l’acquisizione dell’azienda a marchio I Viaggi di Atlantide e relativi brand”, si leggeva in una nota stampa.

La logica vorrebbe che la nuova proprietà prendesse – in caso di acquisizione - in carico i debiti della società rilevata, ma spesso i tempi delle due diligence non consentono un’attenta disamina dei conti e gli studi legali sono ormai esperti nell’inserire clausole che in qualsiasi momento possono bloccare transazioni ritenute troppo a rischio e far fare retromarcia agli investitori.

In questo caso potrebbe quindi saltare da un momento all’altro l’operazione di acquisizione de I Viaggi di Atlantide da parte di Arkus Network. Questa è per ora un’ipotesi. Raggiunto telefonicamente, l’amministratore delegato di Partours, Roberto Bergamo, ha dichiarato a questa agenzia di stampa: “In questo momento non confermiamo né smentiamo alcuna ipotesi. Potrò dare maggiori dettagli nei prossimi giorni”.

A leggere attentamente la replica di Arkus si evince che "la società di gruppo partecipazioni per il turismo Spa (Partours Spa) non ha mai stipulato con autonoma volontà negoziale accordi commerciali con il vettore aereo Neos air (100% Alpitour) e al medesimo pertanto nulla deve. Partecipazioni per il turismo Spa non ha alcuna responsabilità oggettiva nella vicenda del tutto arbitrariamente segnalata da Neos”.

E se nulla avranno da temere i passeggeri de I Viaggi di Atlantide partiti da Malpensa alla volta di Porto Santo il 26 aprile scorso e che rientreranno in Italia domani, c’è da chiedersi cosa succederà per le prossime partenze. Anche su questo punto dovremo aspettare qualche giorno per le dichiarazioni ufficiali delle aziende coinvolte. l.d.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte