EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Enit a Discover Italy: "Turismo lento, attivo e Mice i focus della strategia"

29/03/2019 08:33
Maria Elena Rossi ha dato il via alla terza edizione di Discover Italy a Sestri Levante raccontando a seller e buyer stranieri il percorso dell'ente e le mosse in atto per attrarre sempre più stranieri

E' stata Maria Elena Rossi, marketing and promotion director di Enit a dare il via ieri pomeriggio alla terza edizione di Discover Italy a Sestri Levante.

La manager ha presentato la nuova struttura dell'ente pubblico, trasformato a partire dal 2016 con la sede a Roma e i 28 uffici nel mondo ai quali si sono aggiunte l'apertura di Bangkok, la riapertura di Monaco e la prossima new entry a Dubai.
"Il piano di marketing è stato centralizzato - ha sottolineato Rossi - e le sedi estere sono diventate uffici operativi. A Roma c'è un intelligence department sotto la mia direzione e usiamo i big data per migliorare la conoscenza dei mercati". L'ente, che collabora con ambasciate, consolati, istituzioni, Dmc, agenzie e tour operator, ha illustrato le buone performance del 2018: "I pernottamenti stranieri sono stati 208,5 milioni contro i 287,8 della Spagna e i 134,7 della Francia. Il nostro Paese ha segnato un +1,8% lo scorso anno, contro il -1,6% della Spagna. Gli arrivi negli aeroporti internazionali sono stati pari a 121 milioni di passeggeri, +7,2% sul 2017 e le prenotazioni nel primo semestre 2019 segnano un +2,8% sul 2018".

Germania, Francia, Uk, Usa, Olanda, Svizzera sono i primi sei mercati incoming della top 20 e l'Italia è la prima destinazione per i mercati extra Schengen. "Il nostro obiettivo - ha dichiarato Rossi - è crescere nei valori e non nei numeri. I dati ci stanno dando ragione, visto che le spese dei turisti crescono più degli arrivi. Per conseguire questo obiettivo puntiamo su un duplice concetto di qualità, dell'offerta e dei visitatori".

L'ente cavalca il tema dell'overtourism con l'impegno di trasmettere un messaggio preciso ai turisti, "che vada oltre il concetto di arte e cultura e abbracci temi come la natura, il Mice (al quale Enit dedica il 30% del budget e che in termini di valore rappresenta un prodotto molto interessante)". "Stiamo segmentando l'offerta - ha aggiunto - puntando su tematiche come il turismo attivo, food & wine, ciclismo e golf. Tre i segmenti che intendiamo sviluppare: il turismo lento, attivo e il Mice, cercando di dare spazio alle grandi potenzialità del nostro Sud, ancora relegato ad un ruolo secondario".
Dal 2019 al 2021 verrà promosso il progetto sui grandi geni che hanno contribuito a dare lustro all'Italia: Il 2019 è l'anno di Leonardo da Vinci, nel 2020 toccherà a Raffaello e nel 2021 a Dante Alighieri".

Oggi si svolgerà il workshop vero e proprio, focalizzato sull'incontro tra domanda e offerta attraverso una serie di incontri di lavoro che gli operatori hanno fissato durante le scorse settimane. l.d.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte