EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Busca: "Le adv devono iniziare a lavorare da impresa vera"

21/03/2019 08:54
Il manager analizza il concetto di "indipendenza". Cosa vuol dire? "Che si può fare a meno degli altri, ma il nostro è un settore troppo piccolo, legato ai charter, con una distribuzione legata ad una metodica vecchia"

"Cosa vuol dire essere indipendenti? Che si può fare a meno degli altri, ma il nostro è un settore troppo piccolo, legato ai charter, ad una distribuzione ancora legata ad una metodica vecchia. Chi può definirsi indipendente è chi può rinunciare a tutto sul mercato. Poche adv si possono definire indipendenti (dai t.o.)". Claudio Busca, managing director leisure del Gruppo Bluvacanze, la pensa così. Interpellato sullo scenario attuale della distribuzione organizzata, analizza il concetto di indipendenza, facendo presente, per esempio, che il gruppo distributivo è di proprietà di Msc cargo, quanto è il peso delle crociere? "E' del 10-15%, quindi siamo o non siamo indipendenti?'". Detto ciò, fa un passo in più e sposta l'attenzione sul mercato. 

A suo dire, le adv che sono ancora indipendenti è perchè non hanno colto le opportunità fornite dai network, fa presente il manager, si sono abbandonate a forme di pensiero in cui si afferma "i network ti obbligano a...", oppure a convinzioni del tipo "non mi servono", "non mi danno nulla". Una forma di pensiero verso la quale Busca si ribella, "sono tutti alibi - afferma - . Se i network non ci fossero stati tra il 2000 e il 2015, la storia del turismo italiano sarebbe stata diversa. In quanto hanno saputo affiancarsi alle associazioni di categoria. Quello che bisogna fare è andare oltre al punto in più di commissione".

Se si considera un numero pari a 8mila adv presenti in Italia, a detta del manager un 15-20% non sono legate a network, ma il vero tema secondo Busca è: "Quante sono le agenzie di viaggi in Italia? cioè quelle che sono impresa?". Poi il manager porta il discorso su di un altro tema, domandandosi "come si fa a fare industria, facendo i contratti commerciali con i fornitori a un anno? Se il 2018 con tutti i cambiamenti legislativi, burocratici, anche di semplificazione, non ha ancora fatto capire alle adv che devono scrollarsi di dosso la loro visione solo artigianale, iniziando a lavorare da impresa vera, il mercato le schiaccerà". Perchè ciò non avvenga, la soluzione c'è e secondo Busca si chiama Aip, ma di questo vi parleremo in un'altra news. s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte