EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Gattinoni-Marsupio: la "rivoluzione copernicana" porta le prime sinergie

04/03/2019 12:28
Si lavora all'integrazione di prodotto, tra vuoto/pieno e catalogo Mare Italia, oltre alla possibilità di accedere al prodotto Gattinoni Travel Experience

"Con le nuove unioni le sinergie si mettono in atto. La prima cosa fatta è questa, la stiamo portando a regime nel nostro scaffale di agenzia". Massimo Caravita, presidente di Marsupio Group, lo sa e sta già lavorando sugli aspetti pratici a seguito dell'operazione che ha visto l'acquisizione da parte di Gattinoni della maggioranza del network.

La fiducia delle adv

Il recente Marsupio Day passerà alla storia, anche per la carica emotiva che l'ha caratterizzato. Il presidente ha incontrato le sue adv, ha parlato con loro e illustrato l'operazione fatta. Non è lui a dirlo (anche se le dimostrazioni di stima e di appoggio totale gli sono state dimostrate pubblicamente), siamo noi, che con le adv abbiamo parlato durante l'evento e il sentimento comune che abbiamo colto è di fiducia totale nel manager, nella scelta fatta e del perché. Le adv hanno dimostrato di aver compreso la motivazione alla base dell'operazione e concordano nel dire che questa "collaborazione può portare un valore aggiunto, altri tipi di percorsi formativi, mettere a valore le adv che sono su strada perché possano fronteggiare la concorrenza dell'online", così come è stato detto. Hanno espresso fiducia verso un'operazione che può portare "maggiori competenze, investimenti in nuove tecnologie". C'è chi ha parlato di una "crescita assieme, di nuovi obiettivi e servizi. Ci fidiamo di loro - è stato detto - avranno ponderato benissimo". Insomma un'operazione che ha avuto il benestare delle affiliate e che dà carica e soddisfazione, avendo la conferma di essere sulla strada giusta. 

Prodotto e tecnologia

Detto ciò, ora si passa all'azione. Il primo passo è "l'integrazione di prodotto - spiega il manager -, la parte di vuoto/pieno di Gattinoni viene condivisa, abbiamo già lavorato su questo, poi c'è il catalogo Mare Italia che verrà replicato anche per Marsupio. La sfida - riconosce il manager - sarà l'integrazione dei portali". Ad oggi, nel frattempo, sono attive tre linee telefoniche dedicate alle adv Marsupio, cui risponde personale Gattinoni, così come delle mail di dialogo diretto sempre con personale Gattinoni.
Una delle parole chiave sembra essere prodotto, un ambito su cui Marsupio voleva accelerare, come afferma lo stesso manager. Il motivo è presto detto. "il mercato ora torna a crescere, fisiologicamente e potenzialmente torna la scarsità di prodotto", ma questo non sembra essere un problema per le adv dei due network. C'è da considerare che come frutto della sinergia in atto c'è la possibilità per le adv Marsupio di poter accedere al prodotto di Gattinoni Travel Experience.

"Visione e condivisione, poi c'è la prova del mercato - afferma Caravita -. L'obiettivo è investire su Marsupio, che non era un network in vendita - ci tiene a sottolineare il manager -, ma c'è un disegno di strategia condiviso, riconoscendo in noi un network di qualità con le medesime caratteristiche di Gattinoni (ossia adv indipendenti, ndr) dove il cliente è l'agente di viaggi, con la voglia di investire secondo una visione industriale (non finanziaria) ed è stato individuato in Marsupio il network ideale per fare investimenti di crescita".

Caravita fa un passo in più e vede l'operazione siglata quasi come la "rivoluzione copernicana nell'ambito dei network indipendenti. Ora c'è il rafforzamento di questa area ed è questa la visione di Gattinoni che ho sposato e il partner industriale ti dà la possibilità di farlo. Potrebbe essere la terza via", dice il manager. 

Fespit e Achille Lauro

Tra i tanti temi, uno su tutti. A seguito dell'operazione cosa cambia rispetto agli accordi in essere tra Marsupio, Fespit e Achille Lauro? "Il 2019 è un anno di transizione, Fespit, Marsupio, Achille Lauro sono il nostro polo impostato su una politica commerciale condivisa", che insieme arrivano ad una numerica da 600 adv. Caravita fa presente che l'accordo commerciale in essere "è stato strutturato ad inizio anno (prima dell'operazione Gattinoni, ndr) sulla vecchia impostazione", che però non esclude margini di azione futura, a quanto ci è parso di capire.

C'è voglia di crescere e c'è un disegno di crescita evidente che potrà esprimersi per vie interne, ossia tramite affiliazioni di adv o tramite acquisizioni di altre reti, "sulla base delle affinità esistenti", potrà fare operazioni di acquisizione Gattinoni così come le potrà fare Marsupio nei confronti di reti vicine per caratteristiche ed ideologia. Bisognerà aspettare i prossimi passi e vedere come il fronte degli indipendenti porterà avanti la sua marcia, tra grandi o piccoli numeri che siano, perchè ricordiamoci che c'è anche la Mdo che porta avanti la sua bandiera. s.v.

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte