EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Travel Insights, conoscere i viaggiatori per intercettare i trend emergenti

18/02/2019 10:47
In un convegno di GfK, la ricerca delle abitudini e dei desideri di chi si appresta al viaggio. Lo scorso anno i “golden age” sono stati attratti da formule di vacanza attive e stimolanti

Dalla ricerca di GfK, che ha organizzato il convegno Travel Insights “Conosciamo chi sono e cosa vogliono i viaggiatori”, è emerso che la fascia della terza età, come già appurato da altre indagini, è un bacino cui molti tour operator e agenzie hanno puntato negli ultimi anni.

La realtà è che i rappresentanti della Golden Age hanno dimostrato di scegliere delle vacanze non solo ricche di occasioni di socialità, ma anche di aspetti stimolanti sia per quanto riguarda le attività sportive che per gli eventi culturali. “Questo è un ritratto poco scontato e molto lontano dagli stereotipi del turista maturo – ha commentato Daniela Mastropasqua, key account manager GfK -. Le nostre ricerche dimostrano che è necessario superare la visione tradizionale dei viaggiatori, spesso basata esclusivamente su caratteristiche sociodemografiche legate all'età, per indagare valori, aspettative e stili di viti emergenti nella società. Gli italiani in viaggio nel 2018 sono stati 25,6 mln, compresi gli anziani, che non vogliono più giocare alle bocce o fare la partita al bar, ma godersi maggiormente la vita. Oggi la fascia golden age, si aggiorna in internet - il 70% per viaggiare si affida alle adv ma il 30% si organizza in proprio attraverso il web - .  L'accesso ad internet per questa fascia di persone risale al 1998 a partire dai 55 anni in su. Per questo abbiamo sviluppato una nuova proposta Gfk Traveller Insights, la nuova soluzione che consente di conoscere i bisogni, le abitudini e i desideri degli italiani nella sfera dei travel”.

Durante il convegno sono stati diffusi i risultati del mercato del turismo intermediato, definito stabile durante il 2018 a fronte di un leggero calo del -0,2%. “Questo dato, in  realtà è il risultato di due trend contrapposti: da una parte infatti c'è la crescita sostenuta del turismo organizzato tra cui le crociere per un +7% rispetto all'anno scorso. Dall'altra diminuiscono del 3% i passeggeri a cui le agenzie di viaggio forniscono prodotto di self tour operator e servizi singoli. Tra le cause di questo rallentamento potrebbero esserci le incertezze legate alla scarsa chiarezza della nuova direttiva pacchetti oppure la diversa composizione del portafoglio prodotto". a.to.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte