EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Roma, Adr celebra il Capodanno (e il mercato) cinese

04/02/2019 09:18
Gli strumenti e le esigenze di un target che “entrerà nella top five cittadina dei turisti nel 2020”, promette l'assessore di Roma Capitale Carlo Cafarotti

E’ la festa di Primavera in Cina ed entriamo nell’anno del Maiale, con il “Capodanno Cinese” celebrato al Leonardo Da Vinci di Roma da Adr, ospite d’onore per gli attori principali di questo mercato in Italia. 

“Nella nostra ultima missione in Cina, a novembre, con il Convention Bureau di Roma e Lazio e Ice abbiamo stretto ulteriori rapporti con gli stakeholder per questo mercato cui Adr è attentissima”, spiega Fausto Palombelli, direttore marketing e sviluppo aviation Aeroporti di Roma, aprendo così la tavola rotonda. “Abbiamo chiuso il 2018 con un incremento del +5% dei passeggeri, arrivati a 43 milioni – ha sottolineato – e a trainare questi volumi sono i voli di lungo raggio, aumentati del +14%, e tra questi l’Estremo Oriente segna un +15% con 6 vettori attivi sulla Cina”. “Siamo stati quattro volte in Cina negli ultimi tre  mesi – ha proseguito – perché per dialogare con questo mercato occorre un continuo rapporto all’insegna della correttezza”

Zhang Aishan, direttore ufficio consolare dell’Ambasciata cinese in Italia, ha sottolineato come sia vincente in Cina una promozione incentrata sui temi della sicurezza e quanto sia necessario avere dei servizi in lingua, adatti all’accoglienza, come quelli approntati da Adr. Erano presenti, a questo proposito, Concetta Caravello, direttore Welcome Chinese, che ha testimoniato quanto Adr abbia fatto da apripista in Europa in questo ambito, mentre Enrico Plateo, manager sviluppo business di WeChat, assieme a Piero Candela, responsabile sviluppo business Alipay Italia, ha sottolineato l’importanza dei pagamenti con il cellulare. “In Cina ormai il pagamento non è più nemmeno con il cellulare, ma con il riconoscimento del viso – afferma Plateo –. Per un cinese, anche se homeless, è impensabile una transazione di denaro contante, quindi per noi occidentali è arrivato il momento di prepararci ai pagamenti con il riconoscimento facciale e WeChat Pay è pronta”.

Pronto anche il Comune di Roma Capitale a questo mercato. Carlo Cafarotti, assessore attività produttive e turismo, ha annunciato che sono completati gli adempimenti di gara per aprire un canale WeChat per assolvere al compito della comunicazione e promozione di Roma. “Abbiamo anche predisposto gli atti per una gara che trasformerà i segnali stradali con QR code in cinese e stiamo dialogando con i commercianti per trovare soluzioni di pagamento che facilitino i sistemi prediletti dai turisti cinesi. Il mercato cinese è entrato nella top ten degli arrivi a Roma: in tre anni può entrare nei primi cinque mercati turistici nella Capitale, stiamo appunto lavorando affinché giunga nella top five 2020”. l.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte