EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Israele: il food & wine mercato di riferimento importante

16/01/2019 14:12
L'ente del turismo ha organizzato una Cooking Challenge a Milano, in cui un nutrito gruppo di agenti di viaggi si è sfidato tra i fornelli, a colpi di ricette e pietanze tipiche israeliane

Conoscere Israele attravero il cibo e i sapori, questa l'idea alla base della Israel Cooking Challenge, organizzata dall'ente del Turismo, che si è svolta ieri sera a Milano e che ha visto un nutrito gruppo di agenti di viaggi sfidarsi (simpaticamente) tra i fornelli, a colpi di ricette e pietanze tipiche israeliane. I partecipanti sono stati divisi in due squadre, guidati dai sapienti consigli di due chef, si sono cimentati nella preparazione di alcuni dei piatti più famosi del Paese, scoprendo anche tante curiosità, usi e costumi di Israele e della sua cucina.

Un modo per conoscere sempre più da vicino il Paese, partendo dal cibo, in quanto "il cibo israeliano è come Israele, un insieme di gusti, sapori, colori e profumi perchè arriva un po' da tutto il mondo come influenze, esattamente da oltre 130 Paesi diversi", ha dichiarato Avital Kotzer Adari, consigliere per gli affari turistici Ambasciata d'Israele nel corso della serata.

Il piatto che si mangia riflette le influenze delle diverse culture. "Il piatto è una festa - commenta Adari -. Il nostro è un Paese molto dinamico, come si può vedere dalle diverse campagne che stiamo facendo tra tram, metrò ed anche tv, per questo abbiamo pensato allo spunto della cucina per conoscerlo meglio". Non solo, il food & wine "non è più solo un segmento, ma è diventato un mercato di riferimento importante, con tanti progetti da portare avanti".

E i numeri lo dimostrano. Per esempio a Tel Aviv vi sono più di 1.700 ristoranti, caffè, bar, locali. Non solo, conta anche più di 400 ristoranti vegani, vanta uno street food di alto livello. Tra le possibili esperienze che i turisti possono vivere vi è la visita dei mercati, "che possono diventare dei tour guidati o per individuali, assaggiando i prodotti tipici in sette diversi mercati, da quelli più tradizionali a quelli più chic, aperti anche di notte. Dopo Tokyo e Ny, Tel Aviv è la città con il maggior numero di shushi bar al mondo. Tra le tendenze forti c'è anche quella della birreria boutique, non solo, i ristoranti diventano location per ospitare eventi culturali, come in occasione di Eat Tel Aviv, che si terrà nel mese di maggio".

Gerusalemme non è da meno nella sua offerta. Vi si respira un'atmosfera internazionale, in quanto ospita tanti studenti, grazie alla presenza dell'Università ebraica. Ha una sua zona storica per il vino che è la Giudea, ma vanta anche ristoranti moderni o che propongono le ricette citate nella Bibbia. I mercati la sera diventano location per ascoltare la musica. s.v.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte