EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il Kenya risponde agli attacchi: il Paese è sicuro

16/01/2019 10:33
La Kenya tourism federation sottolinea l’efficienza dell’intervento di polizia per riprendere il controllo della situazione. La Farnesina aggiorna la scheda sulla destinazione raccomandando attenzione

Con uno statement ufficiale di pochi minuti fa, la Kenya tourism federation (Ktf) attraverso il proprio “Safety and communication centre” ha fornito una prima risposta agli attacchi terroristici di ieri, a Nairobi.

Il messaggio incentra sull’efficienza degli interventi di polizia nel complesso di edifici del sobborgo di Westlands, che ospita l’hotel Dusit D2, teatro dei fatti.

“Le forze di sicurezza hanno agito velocemente, determinate e ben sincronizzate – si legge nella nota -, così in pochi attimi la situazione è tornata sotto controllo”. L'organismo sottolinea che il segretario di Stato ha rimarcato sulla sicurezza del Paese e lo stato di tranquillità della città nelle ore dopo l’assalto: “Posso riportare che il Paese è sicuro, che la nazione rimane tranquilla, i Keniani e tutti i nostri visitatori sono al sicuro e dovrebbero sentirsi liberi di continuare le attività come normalmente. La situazione è sotto controllo e in sicurezza”.

Da parte dell’ente del turismo viene anche l'informazione che tutti i mezzi di trasporto funzionano normalmente, sia a Nairobi sia a Mombasa, compresi gli aeroporti e i collegamenti ferroviari tra le due città. “Anche i circuiti turistici in tutto il Kenya operano come di consueto”, sottolinea il messaggio.

Kenya tourist federation afferma di essere operativa 24 su 24 e tra i contatti indica l’account Twitter @ktf_kenya attraverso il quale sta attualmente rilanciando le notizie internazionali sull’accaduto.

La Farnesina ha aggiornato la “scheda Paese” con l’informazione che “un’operazione di polizia è in corso nei pressi dell’Icea Lion Building – Dusit Hotel – Riverside Park (Westlands). Si raccomanda di evitare precauzionalmente l’arteria di traffico Waiaki Way e tutta l’area di Westlands, mantenendosi aggiornati sull’evoluzione della situazione attraverso i canali di informazione disponibili”.

L’ultimo aggiornamento da fonti di stampa riporta che stamattina Uhuru Kenyatta, presidente del Paese, ha confermato la fine dell’assalto con un bilancio di 14 civili morti, tutti gli attentatori uccisi e oltre 700 persone liberate dai militari.

Dal punto di vista del turismo, la destinazione sta riprendendo quota dopo anni difficili. Come avevamo riportato su Guidaviaggi.it, gli arrivi internazionali sono tornati a crescere del 37% nell’ultimo anno. p. ba.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte