EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Per Ndc scatta l’ora del Level 4

16/01/2019 08:30
Assistenza e grandi volumi di transazioni: da ora Iata inizia lo sviluppo per supportare il vero ciclo di vita del viaggio end-to-end. Per le aerolinee viene aggiunta la certificazione Ndc@scale

Lo standard Iata Ndc si avvia verso l'industrializzazione avendo oggi tutti i principali stakeholder coinvolti, comprese le travel management company e le Ota, nonché i metasearch come Skyscanner.

Ora l’associazione delle compagnie aeree introduce la nuova certificazione (il livello 4) per affrontare la fase di crescita dei volumi di biglietti emessi e l’attuazione dell’assistenza, completando la gestione dell’offerta e degli ordini (Offer and order). Per le compagnie aeree viene aggiunta l’attestazione “Ndc@scale”: una serie di criteri (che si stanno definendo) per dimostrare che esse e i loro fornitori It dispongono di una serie minima di abilità riconosciute, in grado di condurre grandi quantitativi di transazioni Ndc.

Abbiamo parlato con i tre Gds di questo ulteriore step di implementazione, che mostrerà quali aziende sono impegnate nel processo dal 1° marzo, nel registro online pubblicato da Iata. Le società concordano nel constatare che lo sforzo per far sì che tutte le parti abbiano a disposizione i requisiti minimi necessari per far funzionare Ndc nella pratica e su larga scala sono fondamentali. Per Gabriele Rispoli, direttore commerciale di Amadeus Italia “Ndc Level 4 e Ndc@Scale supportano entrambi tali esigenze –osserva - e il raggiungimento sarà indispensabile come base minima per la diffusione di massa di Ndc”. Il manager sottolinea l’impegno dell’azienda nel fare in modo che “nell’industria sia adottato un vero standard, implementato in modo uniforme”.  L’aspetto di gestire i numerosi cambi sui biglietti è messo in evidenza da Sabre: “L'introduzione della designazione di livello 4 pone maggiore riferimento a quei requisiti critici al di fuori della fase di shopping iniziale, ad esempio le richieste quando cambiano i piani di viaggio - commenta Marco Benincasa, regional director Italy, France & Iberia -. Il livello 4 fornirà una maggiore conferma della capacità di supportare il vero ciclo di vita del viaggio end-to-end”. “Il livello 4 introduce nuovi elementi attorno ai servizi e aggiunge le notifiche di modifica degli ordini, mentre Ndc@Scale valuterà come conseguiamo la visione per il 2020 – spiega Sandro Gargiulo, country manager di Travelport -. Le nuove certificazioni saranno introdotte il 1° marzo e stiamo già lavorando per assicurarci di ottenerle il prima possibile dopo il loro rilascio”. p.ba.

Su Guida Viaggi cartaceo numero 1561 del 21 gennaio potete leggere l’approfondimento su Ndc Iata, di cui raccogliamo a questo link ogni step di implementazione


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte