EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Turismo: contratti stagionali salvi per picchi di attività e feste

07/01/2019 10:40
Le regole introdotte dal Dl 87/2018 salvaguardano il nostro settore e il contratto nazionale ha individuato diverse ipotesi in cui sono attivabili dalle aziende rapporti di lavoro a termine

La revisione strategica rispetto all’uso del lavoro flessibile introdotta dalle regole del Dl 87/2018 salvaguardano il settore turistico. La stagionalità, infatti, trova, come spiega Il Sole 24 Ore di oggi, una regolamentazione articolata per il comparto, dove il fabbisogno di personale rispecchia l’andamento ciclico delle punte di attività e il contratto a termine soddisfa le esigenze strutturali di flessibilià.

Il Ccnl di Confindustria per i dipendenti da aziende dell’industria turistica ha individuato diverse ipotesi in cui sono attivabili rapporti di lavoro a termine da parte delle aziende di stagione e da aziende ad apertura annuale, in coincidenza con l'intensificazione dell’attività lavorativa in alcuni periodi dell’anno, come nei casi di intensificazione stagionale; connessi allo svolgimento di manifestazioni; correlati a festività o ad iniziative promozionali.

L’accordo siglato da Confcommercio e dalle organizzazioni sindacali nell’ottobre scorso va in questa stessa direzione e l’intesa considera aziende di stagione quelle che osservano, nel corso dell’anno, uno o più periodi di chiusura al pubblico, nel rispetto delle disposizioni in materia.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte