EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La liberalizzazione dei visti per i viaggiatori cinesi uno stimolo per l'economia europea

04/12/2018 14:33
Un report della European Travel Commission analizza quali sarebbero i principali benefici in termini di occupazione e di entrate turistiche

La European Travel Commission (Etc) ha pubblicato un report che quantifica il potenziale impatto di un’agevolazione dei visti per i viaggiatori cinesi sul turismo europeo. Attualmente la Cina è uno dei mercati a lungo raggio per i quali non è disponibile l'accesso senza visto all'Ue, compresa l'area Schengen, nonostante l'aumento progressivo della domanda verso l'Europa negli ultimi dieci anni. La Cina è il più grande mercato outbound del mondo, sia in termini di arrivi che di spese di viaggio totali.

Per valutare il potenziale impatto della facilitazione dei visti, il report intraprende innanzitutto un'analisi dei principali benefici e dei tipi di politica di facilitazione nel rilascio dei visti e poi li applica ai modelli di viaggio dalla Cina alle 27 destinazioni dell'UE (escluso il Regno Unito). I risultati mostrano che la liberalizzazione dei visti aumenterebbe indubbiamente la domanda da uno dei mercati di origine più redditizi e contribuirebbe al Pil europeo e alla crescita dell'occupazione. L'analisi stima che uno scenario di piena liberalizzazione dei visti tra Cina e Ue potrebbe incrementare la crescita media degli arrivi cinesi dal 7% al 18% all'anno tra il 2018 e il 2023. Ciò a sua volta genererebbe entrate aggiuntive pari a 12,5 miliardi di euro all'anno e aumenterebbe il livello di occupazione totale di circa l'1%, creando 237.000 posti di lavoro aggiuntivi, di cui 120.000 direttamente nel settore dei viaggi e del turismo. Ciò contribuirebbe a un aumento del Pil europeo dell'1%.

Per evitare di lasciarsi scappare opportunità del genere, soprattutto da mercati di origine a lungo raggio come la Cina, è imperativo che le politiche dei visti dell'Ue siano modernizzate e potenziate per facilitare ulteriormente i viaggi dai mercati chiave. Robert Andrzejczyk, vicepresidente Etc e coordinatore per i visti della commissione, ha dichiarato che "la liberalizzazione del regime dei visti  in Europa per i viaggiatori cinesi è essenziale. Ora più che mai l'Europa ha bisogno di assicurarsi ulteriore occupazione; investire nella liberalizzazione dei visti dei mercati chiave può permettere di raggiungere questo obiettivo in modo efficiente ed efficace".
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte