EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Uvet-Gilardi: "Non molliamo più di un centimetro"

29/11/2018 13:05
I cambiamenti messi in atto dal manager dopo i suoi primi 50 giorni in azienda, le promesse alle adv e il passaggio da "network" a "system"

Uvet Travel Network diventa Uvet Travel System, è questa la brand new della rete, il cambiamento che è stato messo in atto. Al termine “network” si sostituisce la parola “system”, perché “voglio unicità nella nostra casa, e quindi ci dobbiamo chiamare in modo diverso - afferma in convention Andrea Gilardi, direttore generale Uvet Travel Network, da 50 giorni in azienda -. Siamo un sistema turistico distributivo integrato e voglio che sia il network della libertà e della legalità contro l’abusivismo”, afferma il manager convinto.

E dalla platea del BizTravel Forum Gilardi svela ciò che hanno prodotto i suoi primi 50 giorni in Uvet. Parla in modo schietto, diretto ed efficace. Lancia messaggi chiari alle adv in sala, chiedendo il loro aiuto. In cambio garantisce che “le adv che faranno parte di Uvet tra 5 anni ci saranno ancora, perché vi daremo gli strumenti”. Alle spalle c’è la certezza di una realtà che si è messa in discussione e adesso è pronta, perché ha saputo affrontare il cambiamento. Gilardi non ha paura di dire le cose come stanno, “molte adv hanno dato disdetta - riconosce il manager -, abbiamo sofferto, ma siamo cambiati. I nostri concorrenti hanno fatto egregiamente il loro lavoro e nel momento di difficoltà hanno convinto le adv a cambiare. Chapeau - dice il manager -. Ora però non molliamo più di un centimetro e dimostriamo che stare qua dentro ha un senso, quando capiranno che questa è una casa vincente molte adv torneranno”.

La convention è l’occasione per mettere le carte in tavola, strumenti, servizi, innovazioni, tecnologia, operazioni esclusive per le adv del network per fatturare di più, ma non solo, perché “pensare che il futuro sia legato a un punto in più di commissione credo sia un grande equivoco, è legato alla capacità di traghettare le adv nel futuro e per farlo serve la capacità di trasformare l’azienda”. s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte