EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

GfK amplia l'approccio di analisi al turismo

23/10/2018 08:40
Il settore sotto la lente della celebre Sinottica: al via le indagini sui consumi di viaggio alla stregua di quelli di moda, food e finanza. Giampaolo Falconio: "Daremo una visione più strategica per le aziende"

GfK cambia approccio di analisi del turismo, passando dalla ricerca "Retail" come precedentemente conosciuta ad un'analisi "di maggiore visione strategica, che supportata dalla nostra consulenza nell'interpretazione dei dati, possa dare alle imprese la conoscenza necessaria a realizzare i prodotti che il mercato vuole e declinare vendite e attività di marketing", spiega Giampaolo Falconio, neo responsabile della unit Fashion, food, finance & travel di GfK Italia.

Da dieci anni conosciuta in Italia per il panel sulle agenzie di viaggio, che ha indagato nei dettagli minimi tracciando direttamente le pratiche di viaggio, GfK si trova oggi ad evolvere lo studio andando ad osservare il consumatore finale in ogni aspetto del comportamento di acquisto, ormai ad una fluidità evoluta tra i canali on e offline, da come si informa alla finalizzazione della prenotazione.

Questo è possibile perché la società tedesca è proprietaria di un noto metodo, la Sinottica che traccia 12mila consumatori italiani ad ogni acquisto (fu creata da Eurisko ed è ancora oggi quello più utilizzato per pianificare la pubblicità e posizionare i prodotti in base all'evoluzione socio-culturale, ndr), comprendendone lo stile di vita, dunque come viaggiano, che media seguono. Esiste una sinottica per ogni settore dove vengono effettuate le ricerche: per la finanza, per la moda, per il cibo e da oggi anche quella per il turismo. Ecco che il Travel viene inserito nella unità di ricerche delle tre F, cioè fashion, food, finance, con Daniela Mastropasqua che ne è l'account.

Due le "onde" annuali di ricerca (estate e inverno) che verranno effettuate, su 2000/2500 soggetti  per volta, di età compresa tra i 18 e i 65 anni e "non certamente per capire chi non va in vacanza, per avere questa informazione c'è Istat - commenta Falconio -, ma per dirvi come gli italiani svolgono il processo di acquisizione di una vacanza e i loro desiderata in fatto di destinazioni, hospitality, trasporti, servizi ancillari, sempre più determinanti per la personalizzazione, penso ad esempio a quelli mirati per chi viaggia con animali domestici, fa sport specifici, ha bisogno di assistenze o si ispira ad esperienze e segue trend, come il food tourism".

Interessante il fatto che quest'analisi, molto più ampia rispetto a quella "Retail" sulle vendite delle adv, si possa innestare sul Crm aziendale e GfK interagisca per monitorare le performance durante l'attività consulenziale, al fine di far sì che la strategia si esplichi in linea con il contenuto della ricerca fornita. "Sinottica travel, inoltre, avrà un focus sul web, per osservare quali app gli italiani usano, quali influencer seguono e quali guide online scaricano". Del processo di acquisto vengono analizzati gli step decisionali, le modalità di prenotazione (canali), naturalmente i dati economici".

Da parte delle aziende intervenute alla presentazione di "Traveller Insights", questo il nome del nuovo servizio, sono venute alcune indicazioni, ad esempio l'esigenza di essere più predittivi.

"Abbiamo bisogno di dati molto presto perché la prima primavera è diventata una stagione di forte spinta del l'advanced booking", osserva il reparto di business intelligence di Costa Crociere. Per alcuni enti del turismo come la Spagna è fondamentale un approccio che fornisca informazioni sull'80% degli italiani che si reca nelle sue destinazioni in autonomia, infatti solo il 20% acquista un pacchetto di un tour operator. Per Europ Assistance un target da analizzare è l'Over 65, cioè oltre il consueto panel della sinottica, in quanto l'invecchiamento della popolazione porta le aziende di assistenza e assicurative a strutturare prodotti mirati per il cosiddetto "Silver tourism". Per società come Boscolo l'innesto dell'indagine sul Crm è di vitale importanza, infine per Atout France sarebbe ideale avere un monitoraggio lungo tutto l'anno (4 ricerche), considerato che la destinazione non è una meta stagionale. Da parte di Abu Dhabi viene la richiesta di un prodotto standardizzato (non "bespoke", cioè su misura per ogni azienda come Ts è) e a budget contenuto per le destinazioni in Adutei che fanno marketing analysis continue per i propri ministeri degli Esteri. p.ba.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte