EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Leonardo unisce Francia e Italia

16/10/2018 13:10
Presentato ieri al Castello Sforzesco "Viva Leonardo da Vinci! 500 anni di Rinascimento nel Centro-Valle della Loira" , un itinerario sulle orme del genio

Si chiama "Viva Leonardo da Vinci! 500 anni di Rinascimento nel Centro -Valle della Loira" ed è un tour che da settembre 2018 a gennaio 2019 toccherà 11 Paesi e tre continenti. Un itinerario sulle orme del genio in occasione dei 500 anni dalla morte dell'artista e un invito a ripercorrere i suoi luoghi animati dallo stesso spirito rinascimentale. Oltre 500 eventi per una programmazione su tutto il territorio della Loira, con mostre, spettacoli, convegni scientifici internazionali, visite e itinerari.

Il 2019 segna infatti il 500° anniversario dell'inizio della costruzione del castello di Chambord e della morte di Leonardo al castello di Clos Lucé, nella Valle della Loira che diventa grazie a Carlo VIII a Francesco I la culla del Rinascimento. Il progetto, che è stato presentato ieri al Castello Sforzesco di Milano, coinvolge non solo l'Italia e la Loira ovviamente, ma anche il Brasile, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Cina, la Germania, la Russia, il Giappone, la Corea del Sud, la Spagna e il Portogallo.

"In queste sale Leonardo ha molto lavorato e discusso - ha affermato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno commentando l'iniziativa che ha definito come "un patto tra le nostre due culture che ha in Leonardo l'elemento di unione".

"Si tratta di un festival unico e inedito per spirito, dimensione e ambizione", ha affermato Frédéric Meyer direttore di Atout France in Italia. Il festival "è un omaggio all'Italia, che va rivivere lo spirito di una corrente nata in Italia". Si tratta anche di un "invito al viaggio". Per la fine di quest'anno è "prevista una campagna pubblicitaria rivolta al grande pubblico. Verranno inoltre sviluppate proposte di soggiorno di due-tre notti nella Valle della Loira con gli operatori".

La Loira, ha spiegato Meyer, conta circa 70mila pernottamenti italiani e il nostro Paese è tra i 5 più importanti mercati internazionali. Il festival sarà "l'occasione per riscoprire la destinazione e far rinascere lo spirito di Leonardo con l'innovazione e la cultura". n.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte